martedì, 23 Luglio, 2024
Cultura

Non solo un Premio: nasce la Collana IusArteLibri

L’edizione 2021 del Premio Letterario Giuridico IusArteLibri: Il Ponte della Legalità, prende avvio sul web con la notizia del nuovo impegno editoriale socio-giuridico ideato dell’avv. Antonella Sotira: la direzione della Collana IusArteLibri per L’Erudita.

Insieme ai seguitissimi Salotti Letterari Giuridici itineranti che dal 2015 attraversano tutta l’Italia per creare un ideale ponte di libri della legalità, Collana IusArteLibri, varata con il romanzo del Presidente del Tribunale di Ravenna, Michele Leoni,     

“Giudice per nessuno” è il nuovo pilastro per radicare “fuori dalle aule” i Valori sociali di legalità, giustizia e solidarietà sociale.

L’avv. Sotira, penalista, membro della Commissione di Linguistica e Prossemica processuale della Camera Penale di Roma, che da anni promuove in tutta Italia questi originali percorsi di councelling giuridico “fuori dalle aule”, ci spiega la rilevanza della tematica scelta per questa edizione del Premio. “Sin dalla romanità il processo  non è solo il luogo, lo spazio il tempo, in cui si fa o si cerca di fare giustizia, ma è soprattutto un luogo che segnando i confini dei diritti delle parti, può creare, in tutti i protagonisti, straniamento, distopia, disidentificazione. Come dice il giovane magistrato Michele, si può finire ad esser solo un “notaio del crimine”, un giudice di  e per  “nessuno”, quando seguendo il copione e le garanzie del giusto processo, non emergono prove di colpevolezza. Spesso i processi finiscono senza colpevoli da condannare, senza alcuna giustizia per le vittime, anche perché, come sulle vecchie carte nautiche, oltre certi confini, hic sunt dracones. L’omertà, che ci tiene a precisare il Presidente Leoni, che negli anni, in altre Regioni ha continuato ad occuparsi di mafia, non è solo il drago che inghiotte la verità ma è confine culturale diffuso e che si concreta in uno straniamento dai valori giuridici.  Ecco perché ho scelto il romanzo di Leoni per la prima uscita della Collana IusArteLibri: da sempre sono i libri, le nostre carte di navigazione per superare gli angusti confini culturali.

Il romanzo sull’esperienza del giovane Michele, magistrato di prima nomina a Locri, negli anni ’90, si innesta perfettamente nel tema socio-giuridico dell’edizione 2021del Premio ” ES- Patriati: diritti senza confine” delineato dal primo saggio in concorso” Civitas romana, civitas mundi-  Saggio sulla cittadinanza romana” del Prof. Antonio Palma Edito da Giappichelli. L’edizione 2021 si arricchisce del Patrocinio della Camera Penale di Roma diretta dall’avv. Vincenzo Comi, della Camera Penale Militare di Roma, diretta dall’avv. Saveria Mobrici e del Festival   della Letteratura Italiana a Bordeaux ” Le Printemps Italien“ideato da Stefania Glockner Graziano. Confermati i patrocini di ben 10 Ordini degli Avvocati, fra cui Roma, Napoli, Rieti, Locri, Reggio Calabria e Massa Carrara .Oltre al Collegio dei Grandi E-lettori, ogni partner  elegge un Collegio- Elettori che individua i libri finalisti per la categoria “Miglior Romanzo”, che viene premiato a Roccella Jonica, il Comune calabrese pilastro del Ponte della Legalità ed il “Miglior Saggio” che viene premiato a Pontremoli, la Città del Libro, in concomitanza al Bancarella.

A moderare il Primo salotto web del 2021, è stata la giornalista Anna La Rosa che ha sapientemente  introdotto i relatori l’avv. Saveria Mobrici, Consigliere dell’Ordine degli Avvocati di Roma, l’avv. Giuseppe Cherubino  Penalista del Foro di Bologna e Resp. Regionale Carcere Emilia Romagna U.C.P.I. , il dott. Valerio de Gioia Giudice Penale Tribunale di Roma, che per anni è stato giudice a Locri, ed il magistrato scrittore Angelo Martinelli, creatore del seguitissimo pubblico ministero, pervertito sentimentale Massimo Angeli.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Quando il giudizio è malato di pregiudizio

Antonella Sotira

Ambiente e corresponsabilità

Emanuela Antonacci

IusArteLibri 2022: legislatori per fiction

Antonella Sotira

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.