mercoledì, 3 Marzo, 2021
Attualità

Milano – Il giovane stilista Federico Cina alla Milano fashion week

Sponsor

Il giovane stilista Federico Cina ha portato alla Milano Fashion Week 21/22 la collezione “A Emilia”. Federico Cina nasce a Sarsina, in un piccolo paesino di appena 3000 abitanti, nel cuore della Romagna in provincia di Forli-Cesena. Artigianalità, sostenibilità e umanità, Federico Cina è un brand fondato nel 2019 che ha come principale ambizione quella di portare in passerella look raffinati ed eleganti che descrivono l’essenza romantica della storia e della cultura Romagnola. Il primo capitolo della storia di Federico Cina inizia nel gennaio 2019, quando debutta in sfilata con la collezione autunno/inverno 2019 “Romagna mia” in AltaRoma e prosegue nel luglio dello stesso anno, con la vittoria del concorso “Who’s On Next?”, presentato da Vogue Italia e AltaRoma, con la collezione primavera/estate 2020 “Mi sono innamorato di te”. Nel gennaio 2020 presenta la collezione autunno/inverno 2020 “I bei tempi” in AltaRoma e, infine, per la prima volta debutta alla Milano Fashion week digital con la collezione “Corpi e luoghi” a luglio 2020.

All’interno delle collezioni emergono profondi riferimenti alla terra d’origine del giovane designer: la storia e la cultura romagnola rendono unica l’estetica del marchio, grazie ad un continuo dialogo fra generazioni del passato e generazioni del presente. Lo spirito del brand è costantemente avvolto da un’atmosfera nostalgica e sentimentale: una profonda sensibilità volta a valorizzare l’aspetto artigianale, reinterpretando la  tradizionale silhouette maschile attraverso un nuovo concetto di eleganza. “Essere sostenibili, per noi, significa supportare l’ecosistema Romagnolo – spiega Federico – creando benessere e opportunità per le imprese, gli artigiani e le persone della nostra terra. Siamo convinti che la Romagna, la quale ci ha trasmesso tanta ispirazione e valori, debba beneficiare dei nostri risultati e debba essere completamente coinvolta nel processo di sviluppo del brand. Per farlo, abbiamo deciso di mantenere la nostra sede in Romagna, dove produciamo i nostri capi con i tessuti locali. Questo – conclude il Designer – ci garantisce di mantenere un elevato standard di qualità, supportando allo stesso tempo gli artigiani locali e garantendogli
un maggior benessere.” ‘A Emilia’ fashion week 21/22 in “A Emilia” nasce una connessione tra la tradizione e i valori della terra di Federico a una vita più urbana, reale e quotidiana. Una connessione come il mare Adriatico è collegato a Milano da un’antica strada romana chiamata “la via Emilia” passando da Cesena, città in cui vivono ora Federico e Guido Guidi. Guido Guidi classe 1941 è un fotografo che fa del paesaggio il suo principale soggetto. Guido è considerato un pioniere nella scena fotografica italiana contemporanea. L’opera “Per strada” raccoglie una serie di immagini scattate lungo la via Emilia da Guido Guidi tra il 1980 e il 1994, anno di nascita di Federico. La copertina di quest’opera è stata stampata con un disegno fatto a mano da Guido, dove rappresenta in scala la cartina della Romagna e dove illustra da dove passa la famosa via Emilia. La stessa stampa è diventata protagonista di questa collezione, preservandone l’autenticità. La collezione autunno/inverno 2021/22 nasce come un percorso reale, ricco di storie personali e quotidiane.

La Romagna viene catturata, come in una fotografia di Guido che mostra una continua connessione tra passato e presente. In particolare, la collezione, viene strutturata eseguendo uno studio sulla vita reale e quotidiana: una profonda ricerca di forme armoniche ma reali. La silhouette svasata per le giacche, inoltre, sottolinea profondamente la percezione della fluidità ed oversize dei pantaloni, creando una perfetta unione tra tradizione e moderno. Il reale e quotidiano, risulta fondamentale all’interno del progetto: le giacche sartoriali, caratterizzate da un’estetica pulita e armonica, seguono una composizione di linee morbide, arricchite da elementi che riconducono il fruitore ai ricordi più intimi del designer romagnolo, come l’uva. L’artigianalità rimane centrale anche all’interno di questa collezione: maglieria fatta a mano e l’introduzione di gioielli e accessori, in particolare la collaborazione con due designer, Camilla Marchi, italiana, specializzata per le borse fatte a mano e Alexandersson, Norvegese con base in Italia, per le scarpe. Con entrambi i designer, Federico ha creato una connessione tra il loro dna e la tradizione romagnola. Un grandissimo ringraziamento per il supporto di questa collezione è stato dato da una delle aziende leader produttrici di tessuto, Manteco Spa. Grazie al loro sostegno e alla loro grande sensibilità all’ecosostenibilità la collezione rispetta le persone e l’ambiente in cui è stata creata.
(Foto: Gabriele Rosati).

Sponsor

Articoli correlati

Turismo: Milano Fashion Week, indotto per 23 mila imprese

Redazione

Milano Fashion Week: a settembre attivate 4.600 collaborazioni

Redazione

Sfilata modelle curvy, un nuovo modo di fare moda

Barbara Braghin

Lascia un commento

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Se continui ad utilizzare il sito ne assumiamo che tu sia concorde. Accetta Maggiori Informazioni