sabato, 12 Giugno, 2021
Attualità

Vaccino: Tedeschini “Da Pfizer atto grave, pratica scorretta”

“Una decisione unilaterale quella di Pfizer che costera’ all’Italia alcune centinaia di morti”. Cosi’ all’AGI Federico TEDESCHINI, Professore emerito di Diritto Pubblico alla Sapienza e avvocato amministrativista, in relazione ai ritardi di consegna del vaccino anti-Covid dell’azienda Pfizer-BioNTech. “Quello dell’azienda – aggiunge il professore – è il tipico caso di abuso di posizione dominante, ma non è perseguibile come tale, perchè è una figura giuridica che si utilizza solo nel rapporto tra imprese. E qui non c’è. Ma se non sono perseguibili per questo, lo saranno per pratica commerciale scorretta, perche’ al momento della sottoscrizione non potevano ignorare di avere problemi di produzione e lavori di ristrutturazione da fare”. TEDESCHINI e’ duro nei confronti dell’azienda farmaceutica. “La Pfizer deve essere presa nel mirino dall’Aifa. Tutto va rianalizzato a questo punto, per una questione di serieta’ e di lealta’. Arcuri deve rivolgersi all’Avvocatura dello Stato. Non ci si comporta cosi'”, aggiunge Tedeschini. “Io non ci credo che hanno tolto a tutti quanti il 29%. – conclude con rammarico il professore – Se non consentiranno la ripetizione del vaccino nelle tre settimane, sara’ gravissimo”.

Fonte(AGI)

Sponsor

Articoli correlati

Vaccino, Uber regala 20mila corse gratuite agli utenti più vulnerabili

Paolo Fruncillo

Rapporto Aifa: 7.337 reazioni avverse su 1.564.090 dosi somministrate. Il 7,6% “gravi”

Francesco Gentile

Anziani a Draghi: troppi morti Over80. Sui vaccini decida lo Stato non le Regioni

Giulia Catone

Lascia un commento