mercoledì, 28 Ottobre, 2020
Politica

Avigan: il farmaco dà risultati positivi annuncia il Giappone. “Riabilitate” Zaia

Sponsor

La giapponese Fujifilm Toyama Chemical ha chiesto l’approvazione per il suo farmaco antivirale Avigan (favipiravir) per il trattamento di pazienti con Covid-19, dopo aver ottenuto risultati positivi in ​​uno studio clinico di fase III. Lo ricordiamo perché era stato al centro di polemiche relative a un video virale ritenuto una fake news ai tempi dell’emergenza.

Avigan ha ottenuto l’approvazione nel marzo 2014 per la produzione e la vendita in Giappone per il trattamento dell’infezione influenzale. Il farmaco blocca anche la RNA polimerasi necessaria per la replicazione del virus influenzale. Ma a quanto pare riesce ad agire anche oltre.

Da quanto si apprende, su Askanews, l’azienda giapponese procederà con un’analisi dei dati ottenuti dalla sperimentazione e preparerà le procedure autorizzative al diverso utilizzo del farmaco, già ampiamente utilizzato per l’influenza, in modo da introdurre la nuova indicazione “al più presto entro ottobre”.

A questo punto avevano torto i virologi e ragione il Governatore Zaia? Ricordiamo tutti la conferenza stampa con la protezione civile quando Zaia aveva dato seguito al video virale annunciando: “Ieri sera avete visto il video di un farmaco giapponese. Aifa ha dato l’ok alla sperimentazione e quel farmaco partirà anche in Veneto, spero già da domani”. Lo presero tutti in giro, aveva creduto a una “panzana”. E partì la condanna della fake news e dei soliti “complottisti”.

Ma chi davvero veicolò la fake news? A questo punto ci troviamo come in Sante Inquisizioni moderne laiche che disconoscono o riconoscono a seconda della loro intuizione, ma di prove scientifiche non si parla mai. Se non troppo tardi.

Articoli correlati

Cambiare metodo, non governo

Giuseppe Mazzei

Scuola. Scontro sulla riapertura. Il ministro Azzolina: a settembre tutto ok. I sindacati: non ci sono condizioni per il ritorno in aula

Maurizio Piccinino

Ricette e farmaci, la burocrazia crea nuovi problemi agli anziani

Maurizio Piccinino

Lascia un commento

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Se continui ad utilizzare il sito ne assumiamo che tu sia concorde. Accetta Maggiori Informazioni