domenica, 12 Luglio, 2020
Salute

Commissione e Telefono Verde anti Aids-Hiv. Sono 33 gli anni di attività: date risposte a 2 milioni 300 mila quesiti

Sponsor

“Nelle oltre 800 mila telefonate pervenute al Servizio gli esperti hanno risposto a 2.238.172 quesiti”. Il tempo passa ed ecco che in 33 anni di attività, il 20 giugno nasceva il Telefono Verde AIDS e Infezioni Sessualmente Trasmesse – 800 861061 (TV AIDS e IST) istituito nel 1987 dalla Commissione Nazionale per la Lotta contro l’AIDS per contrastare l’epidemia da HIV, ha effettuato 808.303 interventi di HIV/AIDS/IST counselling telefonico. La Commissione ha presentato un bilancio delle attività.

“Dal 1987 ad oggi”, si calcola, “che il 75,9% delle telefonate sono state effettuate da utenti di sesso maschile e nella quasi totalità si tratta di persone italiane. Le classi di età maggiormente rappresentate sono 20-24 (19,2%), 25-29 (25,1%), 30-34 (19,5%), ne risulta che il 63,8% delle telefonate riguarda giovani-adulti tra i 20 e i 34 anni”.

Gli utenti dichiarano di telefonare dalle Regioni del Nord Italia nel 47% dei casi, dalle Regioni centrali nel 28% dei casi, dalle Regioni del Sud e dalle Isole nel 18%, per 1% il dato non è disponibile”.

Per il 57,2% gli utenti si definiscono eterosessuali, nel 29,8% si tratta di persone che non hanno alcun fattore di rischio ma si rivolgono al Servizio per essere informati; nel restante 13% gli utenti dichiarano di essere MSM – uomini che fanno sesso con uomini (6,2%), persone con HIV (2,2%), persone, tossicodipendenti 1,0%, altro (3,6%). Nelle oltre 800 mila telefonate, ricorda la Commissione, le attività, pervenute al Servizio gli esperti hanno risposto a 2.238.172 quesiti, riguardanti le seguenti aree: Vie di trasmissione dell’HIV e delle IST: 25,9%; Accessibilità ai test e fruibilità dei Servizi diagnostici: 25,5%. Aspetti Psico-sociali: 13,3%; Disinformazione: 12,4; Prevenzione: 6,4%; Virus: 5,8%; Sintomi: 3,4%; Infezioni sessualmente Trasmesse: 2,2%; Ricerca: 1,8%.

Per quanto riguarda il test dell’HIV, l’analisi dei dati inerenti 105.145 telefonate, corrispondente ai colloqui di counselling nei quali è stato possibile raccogliere informazioni sull’esecuzione del test, si “evidenzia che nel 50,7% delle telefonate l’utente non ha mai eseguito un test a fronte di una proporzione del 47,3% di telefonate dalla quali si evince che l’esame diagnostico è stato effettuato una o più volte”.

Il TV AIDS e IST rappresenta nel panorama nazionale un Servizio di riferimento per i cittadini, per le Strutture del SSN impegnate nella prevenzione, diagnosi, cura e trattamento delle IST, nonché per gli operatori del settore e per le Istituzioni, rispondendo sia a coloro che vivano sul territorio italiano, sia a coloro che siano all’estero attraverso il collegamento con Skype “uniticontrolaids”. Infine, dal 2013 l’integrazione del TV AIDS e IST con il Sito WEB www.uniticontrolaids.it permette di amplificare e disseminare interventi di prevenzione e contrasto delle IST a vaste fasce di popolazione, mentre il Servizio e-mail tvalis@iss.it di informazione scientifica sulle IST è dedicato esclusivamente alle persone sorde, consentendo di essere raggiunti anche da questo specifico target.

Articoli correlati

Hiv: rapporto Europe5, Italia in testa per servizi offerti

Redazione

Aumenta contributo Italia contro l’AIDS, Tubercolosi, Malaria

Redazione

Aids, “La Sorgente” celebra 20 anni di attività

Ettore Di Bartolomeo

Lascia un commento

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Se continui ad utilizzare il sito ne assumiamo che tu sia concorde. Accetta Maggiori Informazioni