sabato, 22 Giugno, 2024
Esteri

Elon Musk bandisce gli iPhone dalle sue aziende

La recente partnership tra Apple e OpenAI ha subito suscitato la contrarietà di Elon Musk. Il miliardario, proprietario di Tesla, X, SpaceX e xAI, ha dichiarato che vieterà l’uso dei dispositivi Apple all’interno delle sue aziende se Apple integrerà ChatGPT nei suoi sistemi operativi, come previsto dalle due società. Musk, co-fondatore di OpenAI ora in causa con gli attuali proprietari, sostiene che gli iPhone con ChatGPT rappresentino una “grave minaccia alla sicurezza”. “Se Apple integra OpenAI nel sistema operativo, i dispositivi Apple saranno banditi dalle mie aziende”, ha twittato Musk lunedì. “E i visitatori dovranno lasciare i loro dispositivi Apple all’ingresso, dove saranno conservati in una gabbia di Faraday”, ha aggiunto in un tweet successivo. A marzo, i fondatori di OpenAI avevano inviato una lettera dura a Musk, accusandolo di aver tentato di ottenere il “controllo assoluto” della startup AI nel 2017. Le e-mail mostrano che Musk inizialmente concordava nel rendere la startup meno open source e più redditizia. La differenza ora è che Musk non è più in comando. “Alla fine del 2017, noi ed Elon abbiamo deciso che il prossimo passo per la missione era creare un’entità a scopo di lucro”, hanno scritto i fondatori di OpenAI in un post sul blog. “Elon voleva una partecipazione di maggioranza, il controllo iniziale del consiglio di amministrazione e diventare amministratore delegato. Nel mezzo di queste discussioni, ha ritirato i finanziamenti”.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Gruppi per i diritti civili, attaccati da Elon Musk, lanciano una controffensiva al proprietario del social ‘X’

Federico Tremarco

Smart Working nel tempo del coronavirus

Raffaele Bonanni

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.