venerdì, 19 Aprile, 2024
Esteri

Accoltellato in carcere Derek Chauvin, l’agente condannato per l’omicidio di George Floyd

Derek Chauvin, l’ex agente di polizia di Minneapolis condannato per l’omicidio di George Floyd, è stato gravemente ferito in una prigione. Le forze dell’ordine hanno riferito che l’uomo sarebbe stato accoltellato nella giornata di venerdì. Chauvin era detenuto presso il Federal Correctional Institution di media sicurezza, a Tucson, quando è avvenuto l’incidente. Nonostante il Federal Bureau of Prisons non abbia ancora confermato se la vittima dell’attacco avvenuto nella struttura sia Derek Chauvin, ha offerto altri dettagli, incluso il fatto che la vittima sia stata ricoverata in ospedale. “L’aggressione è avvenuta intorno alle 12.30”, ha comunicato l’ufficio penitenziario. “I dipendenti intervenuti hanno avviato misure salvavita per un individuo incarcerato oltre ad aver isolato e contenuto l’incidente. Nessun è stato messo in pericolo”. Le condizioni del paziente non sono ancora state rese note. L’ufficio penitenziario ha dichiarato di aver informato l’Fbi dell’attacco, anche se non ha fornito ulteriori dettagli. Un portavoce dell’Fbi, con sede a Phoenix, ha dichiarato via e-mail, venerdì sera, che il Bureau era a conoscenza di un’aggressione al Federal Correctional Institute di Tucson. “Sono triste nel sentire che Derek Chauvin sia stato il bersaglio della violenza”, ha dichiarato il procuratore generale del Minnesota, Keith Ellison. “È stato debitamente condannato per i suoi crimini e, come ogni individuo detenuto, dovrebbe essere in grado di scontare la sua pena senza timore di ritorsioni o violenza”. Chauvin, Tou Thao, J. Alexander Kueng e Thomas Lane, agenti di polizia in servizio a Minneapolis quando affrontarono Floyd il 25 maggio 2020, sulla base di una denuncia per una banconota da 20 dollari falsa emessa in un minimarket, sono stati tutti condannati da tribunali statali e federali per i crimini che hanno portato alla morte di Floyd.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Lamorgese: “Necessari nuovi strumenti contro minacce a giornalisti”

Paolo Fruncillo

L’umanità che manca dietro le sbarre. Aumentano i suicidi

Redazione

Carceri: sciopero della fame dei garanti territoriali

Marco Santarelli

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.