sabato, 20 Aprile, 2024
Esteri

La FDA approva ‘Zepbound, il farmaco dimagrante che aiuta le persone a perdere fino a più di venti chili in un anno e mezzo

La Food and Drug Administration ha approvato Zepbound, un nuovo farmaco dimagrante della casa farmaceutica Eli Lilly che negli studi clinici ha dimostrato di aiutare le persone a perdere fino a 23 chili in 16 mesi. Secondo i Centers for Disease Control and Prevention, negli Stati Uniti 4 adulti su 10 soffrono di obesità. Zepbound fa parte di una classe di farmaci chiamati agonisti del GLP-1, che imitano un ormone destinato a ridurre l’assunzione di cibo e l’appetito. Tuttavia, Zepbound imita anche un secondo ormone, chiamato GIP, che, oltre a ridurre l’appetito, può anche migliorare il modo in cui il corpo scompone zuccheri e grassi. Zepbound condivide lo stesso principio attivo, la tirzepatide, del popolare farmaco per il diabete Mounjaro di Lilly. In uno studio clinico di fase 3, il nuovo iniettabile ha portato a una perdita di peso media del 22,5%, ovvero circa 23 chili, superando tutti i farmaci dimagranti attualmente disponibili sul mercato. I partecipanti allo studio erano obesi o sovrappeso con almeno una condizione correlata al peso. “Questa è la forma più efficace di trattamento farmaceutico dell’obesità mai vista – ha affermato il Dottor Christopher McGowan, un gastroenterologo che gestisce una clinica per la perdita di peso a Cary, nella Carolina del Nord -. La perdita di peso osservata con il farmaco si sta avvicinando alla perdita di peso osservata con la chirurgia bariatrica. Questo, però, è un grosso problema”. Quando si tratta di decidere se un paziente debba scegliere tra il nuovo farmaco della Lilly e Wegovy, McGowan ha affermato che i fattori chiave da considerare sono la copertura assicurativa e la risposta individuale del paziente a ciascun trattamento.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Dieta può ridurre dolore neuropatico

Redazione

Obesità: “Il bisturi aiuta, lo stile di vita risolve”

Barbara Braghin

Coldiretti: il caldo aumenta del 20% i consumi di frutta e verdura

Cristina Gambini

un commento

Emma sabato, 11 Novembre 2023 at 03:55

Complimenti per gli aggiornamenti collegati alla obesità. Mi interessa.

Rispondi

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.