giovedì, 2 Aprile, 2020
Società

Agroalimentare: da McDonald’s le spremute di arancia rossa siciliana

È una delle eccellenze gastronomiche italiane riconosciute nel mondo: l’arancia rossa di Sicilia Igp.
Adesso, i McCafe’ d’Italia la utilizzeranno per ottenere 700 mila spremute da servire ai loro clienti. A Milano, nel ristorante di via Dante, McDonald’s ha celebrato l’iniziativa nata dalla collaborazione con Oranfrizer, una società di Catania che si approvvigiona da coltivatori locali iscritti al Consorzio di tutela Arancia Rossa di Sicilia IGP. L’accordo prevede l’acquisto di 500 tonnellate di questi agrumi per realizzare le spremute servite nei McCafe’ di tutta Italia. Per l’occasione, la multinazionale americana ha voluto far conoscere un’altra eccellenza siciliana, ovvero gli spettacoli dei pupi messi in scena dalla Società Marionettistica F.lli Napoli di Catania durante la giornata. Una tradizione teatrale popolare isolana antichissima, che un tempo aveva tre scuole (Palermo, Messina e Catania) e che, oggi, è riconosciuta come patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.

“La scelta di McDonald’s d’inserire all’interno dell’offerta di McCafe’ una vera eccellenza del Made in Italy come l’arancia rossa di Sicilia IGP, rafforza il nostro legame con il territorio siciliano e rientra nel più ampio impegno dell’azienda per la promozione del comparto agroalimentare italiano”, ha dichiarato Giorgia Favaro, direttore Marketing di McDonald’s Italia.

“È una nuova e importante tappa del lungo percorso che abbiamo intrapreso oltre 10 anni fa con i Consorzi di tutela delle materie prime DOP e IGP – aggiunge – grazie alla collaborazione con i produttori siciliani e in particolare con Oranfrizer, nostro fornitore esclusivo e partner dal 2009, arriveremo ad acquistare quasi 500 tonnellate di arancia rossa di Sicilia IGP, con le quali realizzeremo spremute, preparate al momento e servite in tutti i McCafè d’Italia. Possiamo affermare con orgoglio che il nostro McCafè diventa ancora più italiano e ancora più buono”.

Salvo Laudani, marketing manager di Oranfrizer, ha spiegato che “l’arancia rossa siciliana è una delle più antiche denominazioni protette e nasce nella parte orientale della regione, nella piana di Catania, un luogo dove ci sono le perfette condizioni pedoclimatiche perché l’arancia pigmenti”. L’arancia rossa di Sicilia IGP è un frutto unico al mondo per colore e gusto. È il particolare microclima dove viene coltivata a renderla così speciale. Alle pendici dell’Etna, infatti, è la forte escursione termica, assieme al freddo notturno, che determina la pigmentazione delle abbondanti antocianine che conferiscono il tipico colore rosso alla polpa.

Tra i presenti all’evento, anche un ospite speciale: Chiara Maci.
“È una giornata importante per McDonald’s e la Sicilia, fanno entrambe parte del mio cuore e quindi sono molto felice di questa collaborazione”, ha commentato la blogger.

Oltre che in Sicilia, McDonald’s collabora con i produttori locali in tutta Italia da oltre 10 anni e nel 2020 arriverà ad acquistare un totale di oltre 1.000 tonnellate di ingredienti DOP e IGP. Complessivamente, McDonald’s si rivolge a fornitori per l’84% italiani, acquistando ogni anno 94.000 tonnellate di materie prime nostrane, per un investimento nel comparto agroalimentare italiano di 200 milioni. (Italpress)

Articoli correlati

Coldiretti: “Cibo prima ricchezza paese, vale 25% Pil”

Redazione

Per il caldo nei campi bruciano angurie e peperoni

Redazione

Agroalimentare: Mipaaf, le novità per l’agricoltura

Redazione

Lascia un commento

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Se continui ad utilizzare il sito ne assumiamo che tu sia concorde. Accetta Maggiori Informazioni