martedì, 23 Luglio, 2024
Attualità

Abruzzo, settore vitivinicolo: due bandi regionali per l’importo totale di 6 milioni di euro

Due bandi regionali per un importo complessivo di oltre 6 milioni di euro, denominati ‘Promozione sui mercati dei paesi terzi’ e ‘Investimenti’, sono stati recentemente pubblicati per sostenere attivamente il comparto vitivinicolo abruzzese. Le due misure costituiscono parte integrante delle iniziative dell’Organizzazione Comune del Mercato vitivinicolo (OCM), l’organismo dell’Unione Europea che regola il settore, stabilendo sia le norme di produzione che i finanziamenti assegnati alle aziende. Emanuele Imprudente, vice presidente della Regione Abruzzo con delega all’Agricoltura, ha evidenziato l’importanza strategica di entrambi i bandi per stimolare l’espansione delle esportazioni e ottimizzare i processi di produzione e commercializzazione delle eccellenze enologiche regionali.

Iniziative per una crescita costante

“Queste iniziative contribuiranno sia a mantenere una crescita costante del comparto vinicolo regionale sui mercati internazionali, sia a potenziare la competitività generale del settore” ha dichiarato Emanuele Imprudente aggiungendo “da un lato diamo continuità alle azioni di promozione dei nostri vini di qualità, che negli ultimi anni si sono rivelate proficue e incisive, dall’altro offriamo un sostegno concreto allo sviluppo ulteriore del settore mediante azioni mirate alla creazione di cantine all’avanguardia dal punto di vista architettonico, tecnologico ed energetico”.

Il bando ‘Promozione sui mercati dei paesi terzi’

Il primo bando riguarda la promozione sui mercati dei paesi terzi, con una dotazione finanziaria complessiva di oltre 2,9 milioni di euro destinata a sostenere lo sviluppo dell’industria vitivinicola abruzzese all’estero. Questa misura si rivolge ai produttori vitivinicoli e alle loro associazioni e consorzi che presentano progetti regionali e multiregionali nei paesi al di fuori dell’Unione Europea per l’anno 2023/2024. Ciascun beneficiario può ottenere un contributo che copre fino al 50% delle spese sostenute per le attività promozionali. Il termine ultimo stabilito per presentare le richieste di contributo è fissato al 12 settembre 2023.

Il secondo bando

Il secondo bando è finalizzato a investimenti materiali o immateriali negli impianti di trasformazione e nelle infrastrutture legate all’industria vinicola. Tale misura mira a ottimizzare il rendimento complessivo delle imprese richiedenti, specialmente in termini di adattamento alle richieste del mercato e di incremento della competitività. Per la campagna 2023/2024, il bando mette a disposizione una somma complessiva di oltre 3,1 milioni di euro. Il termine ultimo per la presentazione delle richieste è fissato al 31 ottobre 2023. Sono ammesse a partecipare sia aziende vitivinicole singole che associate, nonché le imprese coinvolte nella trasformazione del vino, ovvero quelle che producono vino da uve, mosti o vini acquistati o conferiti. Nello specifico, questo secondo bando offre un finanziamento che può coprire fino al 40% delle spese necessarie per costruire o ristrutturare beni immobili destinati alla produzione o alla commercializzazione dei vini. Inoltre sarà possibile ottenere finanziamenti per l’acquisto di nuovi impianti e macchinari ad alto livello tecnologico per la vinificazione, la commercializzazione, la conservazione e lo stoccaggio dei vini a denominazione di origine controllata. Anche l’allestimento di punti vendita diretti e di locali dedicati alla degustazione potrà beneficiare del finanziamento, così come la creazione o l’ottimizzazione di siti internet dedicati all’e-commerce, a impianti per il risparmio energetico e per la produzione di energia da fonti rinnovabili ad uso esclusivo dell’autoconsumo.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

ANGI: per gli under 35 intelligenza artificiale motore della transizione ecologica e digitale

Cristina Gambini

Domenico Palmieri: Coronavirus, impegno e sacrifici di tutti per arginare contagi e terapie intensive. A Penne e Popoli due percorsi diversi per Covid e altre patologie

Angelica Bianco

Sviluppo e ambiente, vaccino per l’economia

Luca Sabia

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.