martedì, 18 Maggio, 2021
Società

Legalità: Bologna, studenti diventano attori per ricordare strage

Fare memoria con il teatro scrivendo e interpretando un testo che debutterà a maggio nella rassegna delle scuole dell’Arena del Sole di Bologna. A cimentarsi con la scrittura teatrale e con l’esordio in palcoscenico gli studenti e le studentesse del liceo Laura Bassi e delle scuole Manzoni coinvolti nel progetto che Tomax Teatro dedica al 40esimo della strage di Bologna del 2 agosto 1980. Il percorso inizierà il prossimo 6 febbraio.

“Bologna non dimentica!”, questo il titolo del progetto ideato da Tomax Teatro, è nato da una proposta dello Spi-Cgil Emilia-Romagna con cui l’associazione Tomax Teatro collabora da anni. I professori concederanno le proprie ore di lezione per coinvolgere i ragazzi in un percorso creativo multidisciplinare che utilizza l’arte come strumento per fare memoria. Il primo incontro sarà con il giudice Libero Mancuso, lo storico e giornalista Gianni Flamini, Algide Melloni, l’autista del bus 37 che fece la spola tra la stazione e l’ospedale, Paolo Sacrati, sopravvissuto alla strage.

Seguiranno 24 appuntamenti mattutini con le singole classi, in cui i ragazzi faranno ricerche sulle tematiche esplorando nuove storie da poter trascrivere in chiave drammaturgica, fino alla stesura del copione teatrale che essi stessi interpreteranno nella messa in scena finale. Al ruolo di scrittore si aggiungeranno quindi quelli di attore, costumista, musicista, assistente alla regia, ed ogni studente avrà la possibilità di trovare la propria collocazione in base alle proprie inclinazioni. Lo spettacolo andra’ in scena in maggio all’interno della rassegna che l’Arena del Sole dedica alle scuole, con la regia di Alice De Toma e Max Giudici, fondatori dell’associazione Tomax Teatro e che da dieci anni lavorano a progetti di teatro civile, sui filoni memoria, legalità e diritti. Il percorso “Bologna non dimentica!”, rivolto alle nuove generazioni, vuole fare e conservare memoria favorendo contestualmente la partecipazione democratica e l’impegno civile, attraverso forme di espressione artistica come il teatro, la scrittura e il cinema, affinché, scoprendo se stessi come parte di una collettività, diventino cittadini attivi e consapevoli.

Il progetto è offerto gratuitamente alle scuole grazie al sostegno dello Spi-Cgil Emilia-Romagna e della Fondazione del monte di Bologna e Ravenna, e gode del patrocinio di Regione Emilia Romagna, Comune di Bologna, Città metropolitana di Bologna, Assemblea Legislativa della Regione, ed è inserito all’interno del programma Concittadini dell’Assemblea Legislativa della Regione Emilia Romagna. (Italpress)

Sponsor

Articoli correlati

“Caro Willy perdonaci…”

Nicolò Mannino

Accordo Iccrea Banca e Carabinieri Lazio per promuovere la legalità

Redazione

La legalità motore dell’economia

Carmine Alboretti

Lascia un commento