sabato, 25 Maggio, 2024
Energia

Cessione crediti fiscali, accordo tra Gibus e Crédit Agricole Italia

ROMA (ITALPRESS) – GIBUS (GBUS:IM), il brand italiano del settore outdoor design di alta gamma, quotata su Euronext Growth Milan e fondata nel 1982, annuncia un accordo quadriennale, tra i primi nel suo genere a livello nazionale, con Crédit Agricole Italia per la ricessione dei crediti fiscali legati al Superbonus e ad altri bonus edilizi. Obiettivo della partnership è agevolare il mercato della ricessione dei crediti fiscali legati al Superbonus, con il fine ultimo di supportare un numero sempre maggiore di imprese nel processo di efficientamento e riqualificazione energetica. In una visione più ampia, questa collaborazione potrà anche contribuire a supportare il comparto dell'edilizia, sofferente a causa del blocco delle cessioni. "Siamo soddisfatti e orgogliosi di essere tra le prime aziende ad aver stipulato questo tipo di accordo, che consolida la partnership del nostro Gruppo con Crédit Agricole Italia. Da molto tempo studiavamo tale opportunità e, non appena definita dall'istituto di credito, abbiamo aderito subito a questa operazione, volta a riattivare il comparto della riqualificazione energetica e pertanto ad aiutare le numerose aziende della filiera che sono in difficoltà a causa dell'impossibilità di monetizzare i crediti fiscali. Un ulteriore punto di forza alla base dell'accordo è stata la reciproca collaborazione pluriennale con il network Deloitte, che garantisce un elevato grado di controllo delle pratiche, quindi un portafoglio crediti di qualità. Si tratta di un'operazione importante e auspichiamo che seguano presto nuove iniziative con altre imprese del territorio, che possano cogliere un vantaggio fiscale significativo e, al tempo stesso, contribuire a un'azione a sostegno delle imprese del settore" AFFERMA Federico Bolcato, CFO di GIBUS. "Quello proposto da Crédit Agricole Italia è un modello di servizio distintivo ed efficiente, che ci permette di acquisire crediti fiscali di qualità e di agevolarne in completa sicurezza la ricessione, rispondendo alle esigenze dei nostri clienti. L'accordo siglato con GIBUS risponde alla logica di agevolare il mercato della ricessione dei crediti fiscali legati al Superbonus, con l'obiettivo di supportare un numero sempre maggiore di imprese nel processo di efficientamento e riqualificazione energetica e di favorire la crescita del comparto delle costruzioni, a beneficio dei territori, delle filiere e delle comunità" afferma Marco Perocchi, Responsabile Direzione Banca D'Impresa Crédit Agricole Italia. – foto: ufficio stampa Irtop Consulting (ITALPRESS). pc/com 22-Mag-23 11:14

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Bollette elettriche in calo del 10,8% nel primo trimestre 2024

Redazione

Patto Decarbonizzazione trasporto aereo, zero carbon entro 2050

Redazione

Manovra in affanno. Meloni rassicura: “Niente esercizio provvisorio”

Maurizio Piccinino

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.