mercoledì, 26 Febbraio, 2020
Articoli del Giorno Cultura

Tutto pronto per “Il premio della Bontà”

Tutto pronto per il Premio della Bontà dell’Arciconfraternita di Sant’Antonio di Padova. Al centro del riconoscimento, che giunge alla quarantaseiesima edizione, “I luoghi del bene”.

Gli organizzatori invitano gli studenti di tutte le scuole di ogni ordine e grado italiane ma non solo a raccontare un luogo o un monumento testimoni di storie o eventi di bontà e solidarietà che hanno lasciato tracce nelle nostre città e paesi.

Luoghi che sono stati teatro di eventi; che hanno ispirato buone azioni; che hanno dato i natali a persone che hanno dedicato la propria vita al bene.

Gli elaborati possono essere narrativa/poesia, disegno e quelli multimediali.

Quest’anno, però, è stata introdotta una novità, nel senso che il Premio della Bontà è diventato social: a titolo sperimentale si potrà partecipare al premio anche chiedendo la pubblicazione sulla pagina Facebook “Arciconfraternita di Sant’Antonio di Padova” di una foto con ampia e adeguata didascalia del luogo che si intende raccontare con attinenza al tema di edizione.

Ma non finisce qui. Ogni anno l’Arciconfraternita si propone di individuare un protagonista che nella vita “adulta” abbia reso tangibile testimonianza degli insegnamenti del Vangelo. “Il premio ogni anno ci apre una finestra inattesa su un mondo fatto di persone buone e su ragazzi che guardano al futuro con speranza ed entusiasmo – commenta il priore dell’Arciconfraternita di Sant’Antonio, Leonardo Di Ascenzo -. E di anno in anno abbiamo sperimentato come i ‘buoni esempi’ che abbiamo premiato siano stati fecondi nell’instillare nei più giovani quei sentimenti di solidarietà e vicinanza al prossimo”.

Gli elaborati dovranno essere spediti alla segreteria organizzativa entro e non oltre il 26 aprile prossimo. Le cerimonie di consegna del premio si svolgeranno a Padova il 6 e il 7 giugno. In palio per i concorrenti medaglie del Papa e sigilli della città di Padova per i primi classificati. Per le scuole, invece, ci saranno borse di studio fino a 3mila euro.

Related posts

Scuola: istruzione in Italia, Anief “indietro tutta”

Redazione

Premio di laurea “Studiare il Terzo Settore”

Ettore Di Bartolomeo

Bilingui e non solo

Giuseppe Mazzei

Lascia un commento

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Se continui ad utilizzare il sito ne assumiamo che tu sia concorde. Accetta Maggiori Informazioni