giovedì, 30 Maggio, 2024
Attualità

Sisma: in Turchia diramato lo stato di emergenza

Si aggrava il bilancio delle vittime che hanno perso la vita a causa del terremoto che ha colpito la Turchia e la Siria. Solamente in Turchia si registrano 12.873 vittime e 62.937 feriti, in base a quanto riferisce l’agenzia per i disastri e le emergenze del Paese, mentre In Siria le vittime sono almeno 3.162. Nonostante il freddo e le difficoltà, proseguono i lavori di soccorso per recuperare le persone bloccate sotto le macerie degli edifici crollati. il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha visitato le zone colpite dal terremoto sottolineando che il Paese ha mobilitato tutte le risorse disponibili per far fronte all’emergenza.

“I nostri cittadini non devono preoccuparsi, non permetteremo mai che rimangano senza riparo”, ha detto Erdogan. Per le dieci province turche colpite dal sisma è stato dichiarato lo stato di emergenza per tre mesi. Da diversi Paesi del mondo, intanto, arrivano gli aiuti. Anche l’Italia sta facendo la sua parte e nelle scorse ore due ragazzi bloccati sotto le macerie sono stati messi in salvo dalla squadra di soccorritori del nostro Paese, composta da vigili del fuoco, personale sanitario e della Protezione civile, ad Antiochia, in Turchia.

Le operazioni di salvataggio risultano, però, “estremamente complesse per le numerose scosse di assestamento”, hanno spiegato i Vigili del fuoco. Nel frattempo, continuano le ricerche sia dell’italiano che si trovava in Turchia al momento del terremoto che di una famiglia italiana di origine siriana composta da tre adulti e tre minori che si trovava ad Antiochia.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Moria di api, è allarme mondiale

Maurizio Piccinino

Emergenza acqua potabile: il fiume Mississippi colpito dalla siccità

Valerio Servillo

Medici, bonus di mille euro al mese per i liberi professionisti

Maurizio Piccinino

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.