giovedì, 30 Maggio, 2024
Cultura

Rapunzel al Brancaccio emozione continua

Costruito nel 1916 su progetto postumo dell’architetto Luca Carini e dell’ingegnere Carlo Sacconi, con i suoi 1600 posti il Brancaccio è uno dei più prestigiosi teatri della nostra capitale.

Il Brancaccio è il luogo dei sogni che diventano realtà, dove la pasta impalpabile del sogno guadagna l’opulenza corposa della materia: lo spettatore esce dal quotidiano per entrare in una dimensione magico-onirica. La sua programmazione non delude mai, trasformando il palco nel paese contemporaneo della fiaba, come abbiamo visto con “Rapunzel” il musical, che ci ha accompagnato dall’atmosfera natalizia fino a metà gennaio, ora in scena a Milano. Questa fiaba, scritta dai fratelli Grimm, risale al 1812.

Nove anni fa, nel 2014, fu pubblicata una versione “musical”, inedita, messa in scena per la prima volta in assoluto, al Teatro Brancaccio di Roma e poi in tour in tutta Italia, con oltre 150.000 spettatori. La sfida è diventata un grande successo, grazie alla produzione, alla regia, agli effetti speciali, agli attori, e anche al ritorno in teatro di Lorella Cuccarini. Dopo nove anni in cui il mondo è cambiato radicalmente, Alessandro Longobardi, per Viola Produzioni, insieme al suo staff creativo, riporta in scena questo magnifico spettacolo dedicato al grande pubblico che ama sognare. Gli effetti scenici, che caratterizzano fortemente questo musical, impiegheranno nuove tecnologie ma saranno percepiti in modo semplice e romantico, in armonia con l’essenza della storia.

Dal momento in cui il pubblico è entrato in teatro, è stato completamente immerso nella fiaba, portandosi a casa un’esperienza emotiva da sogno. Il cast artistico, formato da 18 attori performer, fra ballerini, acrobati, cantanti e attori, è totalmente nuovo, solo il personaggio di Gothel, è interpretato anche in questa edizione dalla “divina” Lorella Cuccarini. Rapunzel il musical è scritto e diretto da Maurizio Colombi, con le musiche inedite e originali di Davide Magnabosco, Alessandro Procacci e Paolo Barillari e la direzione musicale di Davide Magnabosco. Le coreografie sono firmate da Rita Pivano. Le imponenti scenografie di Alessandro Chiti rappresentano una rilettura in chiave moderna dei luoghi e delle ambientazioni della classica favola medievale. L’impianto scenico mostra oltre 15 quadri in continuo movimento grazie al lavoro di uno staff esperto di tecnici. Tra gli effetti speciali non mancano la lunga chioma intrecciata di Rapunzel e le suggestive lanterne che voleranno sul pubblico. I costumi sono stati ideati da Francesca Grossi. I personaggi ed il ritmo dei dialoghi sono caratterizzati dallo stile registico di Colombi che utilizza rumori e sottofondi per dare un effetto cinematografico ed un ritmo alla recitazione in stile cartoon. Nella storia ci sono personaggi assolutamente inediti, come “Rosa e Spina”, i due fiori parlanti con cui Rapunzel può confidarsi quando è rinchiusa nella torre; Segugio”, la guardia reale che si esprime solo in “Grammelot” e lo specchio “Spiegel”, che riflette la coscienza di Rapunzel e dà voce ai suoi desideri. Rapunzel è una storia di amore, amicizia, potere e magia che aiuta a riflettere sull’importanza delle cose semplici che la vita ci regala. Una fiaba con tutto il potere retorico che questa porta con sé e il contenuto intrinseco della speranza, che oggi ci serve più che mai: la lotta tra bene e male, in cui il male alla fine piega la testa sotto la forza del bene.

Su questa scia di meraviglia il Brancaccio continua la sua stagione e offre al pubblico altre occasioni imperdibili. Torna infatti a Roma il migliore spettacolo d’illusionismo SUPERMAGIC INCANTESIMI, la 19ª edizione del varietà magico più grande d’Europa. Un evento teatrale unico che approda al teatro Brancaccio dal 2 al 12 febbraio 2023. Il nuovo imperdibile spettacolo con i più grandi talenti e campioni internazionali di arte magica, prestigiatori, illusionisti, manipolatori e mentalisti, tra i più famosi al mondo insieme sullo stesso palco per farvi vive-re un’indimenticabile esperienza. Uno spettacolo ancora più magico dei precedenti per far entrare il pubblico in un mondo dove l’ordine naturale delle cose è stravolto, dove le certezze sono sospese, dove è possi-bile vivere il fantastico e sognare ad occhi aperti.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Corte Costituzionale: principio di non retroattività anche per contratti pubblici

Francesco Gentile

Postura sbagliata? Prevenire è d’obbligo

Domenico Della Porta

Papa Francesco: “L’uso dei media e dei social sia sobrio”

Maria Parente

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.