sabato, 22 Giugno, 2024
Esteri

“Iran Human Rights”, oltre 200 attivisti arrestati in 3 mesi

La ong “Iran Human Rights” con sede a Oslo ha rivelato che oltre duecento difensori dei diritti umani sono stati arrestati, molestati o indiziati in Iran a partire dal 16 settembre, quando sono iniziate le proteste per Mahsa Amini, la ventiduenne morta dopo essere stata messa in custodia perché non portava il velo in modo corretto.

“Molti si trovano dietro le sbarre in condizioni rischiose, ed è necessario attivare misure concrete contro la repressione al fine frenare la persecuzione contro queste persone”, fa sapere la ong appellandosi alla comunità internazionale. Secondo l’agenzia degli attivisti per i Diritti Umani iraniana Hrana, sono quasi 18.500 le persone arrestate da quando sono iniziate le proteste antigovernative, oltre tre mesi fa. Durante le dimostrazioni, hanno perso la vita 506 persone, tra cui 69 minori e 66 membri delle forze di sicurezza.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Sesta settimana di proteste negli atenei iraniani

Francesco Gentile

La rivoluzione non violenta contro la “strage dei fiori” in Iran

Rosalba Panzieri

Alta tensione tra Israele e Iran: chiuse 28 sedi diplomatiche anche a Roma

Antonio Gesualdi

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.