mercoledì, 19 Giugno, 2024
Regioni

Bronte. Al liceo Capizzi l’Ambasciata della non violenza e della libertà

Maria Gabriella Spitaleri, dirigente scolastica dell'”IISS Ven. Ignazio Capizzi” di Bronte

È contenta e fiera dei “suoi” studenti e studentesse oltre che dei docenti che ogni giorno svolgono con zelo e passione la docenza che si chiama “vita”. È fiera la Dirigente Scolastica Maria Gabriella Spitaleri, donna da sempre impegnata nel mondo scuola che sa guardare nel cuore e negli occhi le speranze e i sogni di tanti adolescenti che ogni mattina varcano il portone dell’Istituto Superiore Statale “IISS Ven. Ignazio Capizzi” di Bronte ai piedi dell’Etna.

Rosaria Verzì, professoressa del “IISS Ven. I. Capizzi” di Bronte, referente progetto “Ricercatori dell’Alba” insieme a due dei componenti il Parlamento studentesco della Legalità Internazionale e multietnico, Sandy Pruiti e Giacomo Calà della classe V Liceo Scientifico

Al fianco della brava Dirigente Scolastica ecco al professoressa nonché avvocato Rosaria Verzì che da settimane e settimane ha aperto un dialogo formativo e costruttivo con lo staff di Presidenza del Parlamento della Legalità Internazionale. Grazie a ciò venerdì nove dicembre alle ore dieci nell’aula magna del Liceo Classico verrà inaugurata l’Ambasciata della Non Violenza e della Libertà a firma del Parlamento della Legalità Internazionale. Presenti al taglio del nastro Nicolò Mannino (Presidente) e Salvatore Sardisco (Vice Presidente).

Entusiasti gli studenti e le studentesse che stanno coordinando una vera festa della vita, grazie al dialogo e formativo e semplicemente meraviglioso istaurato con dirigente scolastico, docenti e compagni di banco.

Salvatore Sardisco e Nicolò Mannino, rispettivamente vice presidente e presidente del Parlamento della Legalità Internazionale

Siamo fieri e anche un po’ emozionati – dicono Nicolò Mannino e Salvatore Sardisco – di assistere a tanta gioia che nasce in una scuola, palestra di vita come amava definirla Paolo Borsellino. È la scuola che forma il cittadino di oggi e di domani e noi stiamo semplicemente proponendo un dialogo che porta ogni studente a conoscere il proprio talento per divenire sentinelle di un’alba nuova“.

Strafelice la professoressa Rosaria Verzì che sta curando tutto nei dettagli con grandi professionalità e solo per il bene dei giovani che ogni giorno si recano al Capizzi per prepararsi ad essere Ambasciatori di una cultura di Libertà oltre gli stereotipi della sub cultura della non violenza.

È singolare registrare come questi studenti e studentesse il prossimo sedici dicembre saranno a Monreale ad abbracciare Salvatore Attanasio, papà di Luca l’Ambasciatore ucciso in un agguato nella Repubblica democratica del Congo. Un abbraccio che sa di Vita e di amore alla Libertà.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

A Monreale per dire “NO” alla violenza sui bambini

Nicolò Mannino

Il ricordo di Gianfranco Arena nel cuore del Parlamento della Legalità Internazionale

Redazione

Scuola, Bianchi: “Ricorso massiccio alla dad sarebbe un errore”

Angelica Bianco

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.