martedì, 23 Aprile, 2024
Lavoro

Lavoro: la crescita occupazionale sui livelli pre-Covid

Nel settore privato da gennaio a ottobre sono state create circa 350.000 posizioni lavorative alle dipendenze. L’occupazione ha tuttavia rallentato a partire da luglio, mantenendosi però su ritmi di crescita in linea con quelli pre-pandemici. Nel bimestre settembre-ottobre sono stati creati 48.000 posti di lavoro a fronte dei circa 42.000 del 2019. È quanto emerge dai dati del report di Bankitalia sul mercato del lavoro.   La domanda di lavoro si è indebolita in particolare nel turismo, ma il rallentamento registrato dall’estate potrebbe riflettere anche la scadenza di contratti avviati all’inizio della stagione. Nel complesso del 2022 il numero di attivazioni nette nel settore è simile al 2019.

A settembre e ottobre è proseguito il calo nelle posizioni a termine, mentre quelle permanenti continuano a crescere a ritmi storicamente elevati, beneficiando anche trasformazioni dei numerosi contratti temporanei avviati nella seconda metà dello scorso anno.   Da inizio 2022 la componente a tempo indeterminato ha contribuito per oltre il 90% all’aumento dei posti di lavoro. Nel bimestre agosto-settembre il numero di disoccupati è aumentato, come tipicamente accade nella parte finale dell’estate, ma l’incremento è stato maggiore rispetto allo stesso periodo del 2021, in linea con il rallentamento del mercato del lavoro. Nei primi nove mesi dell’anno il numero di disoccupati è comunque diminuito di circa 237.000 unità.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Dpcm a colori. La comunicazione furba di Conte e quella sbagliata dell’opposizione

Fabio Torriero

Baby boom 2021-2022

Tommaso Paparo*

Dalla Cei aiuti anche all’Africa

Ettore Di Bartolomeo

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.