giovedì, 29 Febbraio, 2024
Società

“Le donne contano” per prevenire la violenza economica

La violenza economica è un fenomeno non facilmente riconoscibile e sicuramente sottorappresentato, spesso subdolo e nascosto, fino a quando non si traduce o si accompagna a forme di violenza psicologica o addirittura fisica. Si va dal controllo delle spese quotidiane alla negazione di qualsiasi grado di autonomia nella gestione delle risorse finanziarie della famiglia, dall’invito a non lavorare a vere e proprie minacce o raggiri, approfittando della fiducia della compagna. In occasione della giornata mondiale contro la violenza sulle donne la Banca d’Italia torna a testimoniare la sua vicinanza al fianco delle donne attraverso l’educazione finanziaria, strumento di prevenzione della violenza economica.

Una buona cultura finanziaria di base aiuta a stabilire un rapporto sano e consapevole con il denaro e “Non firmare se non hai capito” è uno dei primi consigli dell’educazione finanziaria. La Banca d’Italia propone sul territorio, in collaborazione con l’associazione Soroptimist e con il Consiglio nazionale del notariato, il percorso formativo “Le donne contano”, che è anche una pagina del sito l’Economia per tutti. Il programma affronta i temi della pianificazione, dei pagamenti, dell’home banking e delle scelte dei finanziamenti per favorire l’empowerment, l’emancipazione delle donne, evitare che siano truffate e vittime di violenza economica. Da oggi tale programma diventa ancora più visibile poiché tutte le filiali della Banca sono coinvolte in una campagna promozionale su tutto il territorio nazionale.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Violenza contro le donne: approvata stretta sui violenti, ma senza formazione impossibile sconfiggere

Rosalba Panzieri

Il sesso “debole” contro i regimi forti

Redazione

Disegno di Legge bipartisan per combattere il contrabbando e la tratta delle donne al confine tra USA e Messico

Federico Tremarco

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.