sabato, 26 Novembre, 2022
Economia

La Ue non ha una politica energetica per affrontare la crisi

Le imprese italiane hanno fatto miracoli durante l’emergenza da Covid-19, sostenendo i costi della mancanza delle materie prime e dell’aumento dei costi energetici. Ora però sono arrivate ad un punto in cui hanno molta difficoltà.

“Le imprese italiane hanno reagito alle difficoltà che ha portato la pandemia ma ora non riescono ad affrontare i nuovi ostacoli causati dal caro dell’energia”. Lo ha dichiarato il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi. “Nei primi 7 mesi dell’anno, la cassa integrazione straordinaria è aumentata del 45% rispetto all’anno precedente”. Nonostante le aperture della Germania ad un tetto al prezzo del gas, Bonomi non risparmia critiche alle istituzioni comunitarie. “Abbiamo fatto decenni di scelte sbagliate sul tema energetico in Italia. Ma soprattutto è mancata l’Europa: non ha avuto una politica industriale ed energetica – sottolinea il presidente di Confindustria – Oggi forse vediamo cambiare l’atteggiamento dei singoli stati membri”.

“Dobbiamo però dire che è da più di un anno che lo stiamo dicendo diciamo. Ricordo il 10 novembre 2021 un accorato appello con i colleghi presidenti della Confindustria francese e tedesca al governo dell’Europa proprio per affrontare la crisi energetica che già si intravedeva”, ha concluso.

Sponsor

Articoli correlati

Criptovalute: il faro del Fisco trascura gli operatori extra UE?

Giuseppe Miceli*

Economia in sofferenza e scelte europee che la penalizzano

Giampiero Catone

Covid-19, Ricci (Lega Autonomie Locali): “Comuni in crisi, a rischio servizi essenziali” De Lise (commercialisti): “Situazione grave, serve una scossa”

Redazione

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.