venerdì, 23 Febbraio, 2024
Agroalimentare

Agroalimentare: appello all’EFSA per maggiore qualità, sicurezza e sostenibilità

Il presidente della Fondazione UniVerde Alfonso Pecoraro Scanio e il professore Giorgio Calabrese hanno consegnato un appello all’Agenzia Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA) per richiedere maggiori garanzie nella direzione della sicurezza alimentare e sostenibilità delle filiere produttive.

“Apprezziamo il lavoro dell’Efsa e proprio per questo auspichiamo che la sicurezza alimentare ci garantisce non solo cibo che non arrechi danno ma anche prodotti genuini, tracciabili per qualità e sostenibilità delle produzioni – affermano Calabrese, presidente del Comitato Nazionale per la Sicurezza Alimentare e Pecoraro Scanio, che da ministro dell’Agricoltura propose la costituzione dell’Autorità europea dopo la crisi della mucca pazza. Alla consegna erano presenti Barbara Gallani, del dipartimento Communication and partnership di EFSA e molti componenti del comitato nazionale. “Proprio la crisi bellica rischia di favorire le lobby che vogliono ridurre i controlli e le regole della Ue a tutela della salute dei consumatori. Un motivo in più per rafforzare il ruolo dell’Efsa e insistere sulle strategie europee del from Farm to Fork e del Green new Deal e Next Generation”, concludono Pecoraro Scanio e Calabrese.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

RFI si aggiudica 29 dei 40 lotti relativi a un bando di gara da 200 milioni di euro

informazione pubblicitaria

Cittadinanza attiva presenta “Impararesicuri”

Redazione

Meloni: “Uniti per lo sviluppo e contro l’immigrazione clandestina “. L’Italia rafforza la sua presenza nel Mediterraneo e in Africa 

Maurizio Piccinino

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.