sabato, 15 Agosto, 2020
Cultura

Aumentano i laureati “Sovraistruiti”, 1,8 mln nel 2018

Sponsor

Aumenta nel decennio la quota di laureati tra gli occupati, dal 17,1% al 23,1% (pari a 1 milione 431 mila laureati in più).

L’aumento del livello di istruzione degli occupati, in un contesto che ha visto solo negli ultimi anni una ripresa del lavoro qualificato, ha comportato un progressivo aumento della quota di laureati occupati in un lavoro che richiede un titolo di studio inferiore.

Nel 2018 i laureati “sovraistruiti” sono circa 1,8 milioni, in aumento nel quinquennio 2013-2018 dal 32,2 al 34,1%. È quanto emerge dal Rapporto annuale 2019 dell’Istat che sottolinea che un’offerta di lavoro qualificato non adeguatamente assorbita dal mercato genera fenomeni di mismatch tra domanda e offerta.

Il mismatch prende la forma di sovraistruzione se il titolo di studio posseduto dal lavoratore è superiore a quello richiesto per svolgere o accedere a una determinata professione.

Secondo i dati della Rilevazione sulle forze lavoro, nel 2018 il 42,1% dei laureati 20-34enni occupati e non più in istruzione è interessato da mismatch, un livello superiore di più di dieci punti percentuali rispetto a quello della popolazione laureata adulta.

Articoli correlati

2 mln di contratti l’anno per diplomati e laureati

Redazione

Laureati che vanno, immigrati che vengono

Giuseppe Mazzei

2 mln di contratti l’anno per diplomati e laureati

Redazione

Lascia un commento

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Se continui ad utilizzare il sito ne assumiamo che tu sia concorde. Accetta Maggiori Informazioni