giovedì, 28 Ottobre, 2021
Regioni

Al via nel Lazio terza dose vaccino, Zingaretti “Segnale di speranza”

ROMA (ITALPRESS) – "Anche questa volta il Lazio è partito prima per raggiungere l'obiettivo, ma non è un caso perché questa è la strategia che abbiamo seguito per la lotta al Covid sin dal primo istante. Noi non abbiamo aspettato il virus ma abbiamo fatto di tutto per anticipare i suoi effetti e anche questo è il senso di anticipare la terza dose. Pochi minuti fa i primi 20 trapiantati o dializzati hanno ricevuyo la prima di vaccino. In questa prima giornata sono circa 150 i prenotati, contattati nei giorni scorsi. È una fase molto importante dellla campagna vaccinale, corriamo e siamo vicini all'85% nel Lazio di prima e seconda dose per gli over 12 ma non c'è dubbio che aprire immediatamente alla terza dose come stiamo facendo è un segnale di fiducia e speranza". Lo ha detto il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, partecipando all'avvio della campagna per la Terza Dose della vaccinazione anti – Covid, al Centro Vaccinale del Policlinico Umberto 1. "Non è un caso che abbiamo voluto fare questa conferenza in questo luogo, in un'aula magna universitaria che è luogo per eccellenza della formazione e del sapere – ha aggiunto Zingaretti – Voglio fare un altro appello a coloro che sono scettici, perché penso che non bisogna fare di tutta un'erba un fascio, noi continueremo a raccontare la verità: bisogna avere paura del virus e non del vaccino. Quello che uccide è il virus mentre il vaccino salva dalla morte. Poter dire oggi che nella nostra Regione abbiamo un tasso di mortalità inferiore del 30% rispetto alla media nazionale significa aver salvato 4mila persone dalla morte. Anche in queste ore i dati sui ricoveri e delle terapie intensive confermano che il tema della malattia legata al Covid è quasi esclusivamente un problema dei non vaccinati. Abbiamo riaperto le scuole in presenza con oltre il 90% del personale scolastico vaccinato, e grazie alla scienza e ai vaccini questo settembre è diverso dallo scorso anno. Il Covid non è scomparso ma lo scudo" del vaccino "sta funzionando, questo ci permette di rimanere liberi. Il male si sconfigge con il sapere, la scienza e la medicina e non con le fake news, le bugie e gli estremisti ideologici perché quelli uccidono le persone", ha concluso. (ITALPRESS). tan/fil/red 16-Set-21 11:19

Sponsor

Articoli correlati

Coronavirus, in Toscana 367 nuovi casi e 21 decessi

Redazione

Open Arms, Salvini: “Andare a processo è surreale”

Redazione

Educazione ambientale, al via in Toscana VII edizione di “Ri-Creazione”

Redazione

Lascia un commento