martedì, 18 Gennaio, 2022
Cultura

Santo Versace, ‘Premio Different’ a Venezia: ‘Per l’Italia è tempo di vincere nuovi Oscar nel cinema’

Nel premio promosso da Papaboys, 3b Film, ‘La Cura’ e ‘Grassi Group’, con il patrocinio del quotidiano ‘La Discussione’, riconoscimento alla carriera del Re del ‘Made in Italy’, ora “in azione” con Minerva Cinema.

Dal cilindro e dall’entusiasmo dei giovani dei Papaboys, alla serata finale del Premio Different – patrocinato anche da AskaNews e da Venezie Eventi – è spuntata una premiazione di quelle che lasciano senza fiato. Dopo il regista americano Armondo Linus Acosta, sbarcato in esclusiva a Venezia per presentare la recente opera ‘L’ultima cena di Leonardo’, la conduttrice Federica Driusso e l’attore Pietro Romano hanno annunciato la motivazione:  “Per una vita dedicata con passione e straordinario impegno lavorativo alla moda, contribuendo alla vera crescita internazionale del ‘Made in Italy’ e portandolo nel mondo come stile di eleganza, emblema di passione e sfida di speranza”. Ospiti in piedi nel Chiostro della Chiesa di San Francesco alle Vigne al nome Santo Versace, e collegamento ‘live’ con la Sardegna, con le dichiarazioni del protagonista che hanno commosso i presenti, ed ulteriormente illuminato la serata: “Cari amici a Venezia, vi mando un caro saluto dalla Sardegna. Sono molto contento per questo “Premio Different” che mi avete assegnato perché riguarda due argomenti, moda e cinema che fanno parte della mia vita. La moda da sempre, da quando sono nato con mia madre, con Gianni e con tutto quello che abbiamo fatto con la “Gianni Versace”.

Lasciata la “Gianni Versace”, lasciata la moda, mi sono impegnato nel cinema con la Minerva. Tutte e due, moda e cinema, rappresentano in maniera importante la cultura italiana, ne sono due aspetti fondamentali. La moda è creatività e capacità di saper fare, è l’espressione forse più alta del Made in Italy. Il cinema è cultura vera e noi abbiamo avuto dei grandissimi registi, da De Sica a Fellini che hanno vinto 4 premi Oscar ciascuno e a tutti gli altri che hanno vinto un Oscar come Benigni e Salvatores”

E poi, tra lo stupore degli ospiti in sala, al quale si aggiungerà quello di coloro che, in tutto il mondo, questo sabato seguiranno il premio in mondovisione Tv (in Italia su Padre Pio Tv e poi dagli States con l’Eternal Catholic Network ndr), la dichiarazione di Santo Versace che non lascia dubbi sui progetti futuri dell’industriale italiano: “Io spero che con la Minerva Cinema riusciremo a fare molto bene ed a vincere anche noi altri Oscar. Mi sono voluto impegnare nel cinema per portare avanti la cultura italiana, l’Italia e per dimostrare al mondo che siamo i migliori in ogni campo. Grazie, arrivederci e a presto. 

Un impegno così, da un nome come Versace, non è altro che un segno di garanzia a testimonianza che la ‘migliore Italia’ è al lavoro per altri trionfi. 

Sponsor

Articoli correlati

Mostre: antologica di Ferdinando Scianna dal 31/8 a Venezia

Redazione

Il bello per Giacomo Urtis le soavi proporzioni tra estetica e medicina

Angelica Bianco

Il sarto gentile che adora la grazia femminile

Angelica Bianco

Lascia un commento