mercoledì, 20 Ottobre, 2021
Società

I figli della luce canteranno la pace invocando giustizia

Prendo corpo il V Convegno del Parlamento della Legalita’ Internazionale e lo fa con tanta gioia, entusiasmo , consensi e tanta fede in un mondo piu’ vero ricco di valori di vita che non conosceranno  mai il tritolo dell’odio e della cattiveria ne l’arroganza dei superbi che uccide gia’ chi prova questo pseudo sentimento che logora l’anima. Nel massimo e rigoroso rispetto delle normative del governo sulla tutela del covid 19, gli amici e simpatizzanti del Parlamentyo della Legalita’ internazionale  confermano l’adesione al Convegno che gode del Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri con l’utilizzo del logo di Palazzo Chigi. Venerdi tre settembre nel pomeriggio inizio dei lavori con una certezza nel cuore: “Essere figli della Luce appartenenti a Colui che dice di se Io sono La Luce del Mondo chi mi segue non Cammina nelle Tenebre ” Luce che squarcia il buio dell’ omerta’, del compromesso, dell’odio, del rancore. Luce che illumina le coscienze e li rende brillanti al cospetti del mondo. Luce e faro di bellezza che illumini tutto e tutti. Essere figli della Luce, di chi questa luce la porta nel cuore, nell’anima e la esprime con lo sguardo, con l’azione di vita nella quotidinaita’ e ovunque si trova. Avere la Luce nel cuore vuol dire invocare la Giustizia che non ha nulla a che vedere con i sermoni delle passerelle. Giustizia per i poveri che , scartati e umiliati, vivono ai margini della societa’. Giustizia per i senza tetto e senza Dio, per chi ha ricevuto la pugnalata dell’assassino burocrate e non sa a chi chiedere aiuto per avere giustzia . Giustizia per le vittime della violenza e per chi pur essendo rimasto vivo e’ morto dentro. Essere Figli della luce che invocano Giustizia non agli uomini ma a Colui che e’ Via /Verita’/e Vita. E’ questa la colonna sonora del quinto convegno al quale si sta lavorando con gioia: da mons. Michele Pennisi Arcivescovo di Monreale e guida del Movimento al Generale di Corpo D’Armata Carmine Lopez, generale interregionale delll’Italia Sud Occidentale della Guardia di Finanza e Presidente Onorario. Da Salvatore Sardisco, anima organizzativa di tutto a Helga Giardi’ che avvolta dall’affetto di tante ragazze e ragazzi ha dato vita a uno staff di Presidenza che sa di professionalita. Dal Procuratore Nazionale Antimafia De Raho, a Mons. Franco Moscone Arcivescovo di San Giovanni Rotondo che hanno accolto con gioia e affetto l’invito ad essere presenti a questo appuntamento culturale che si concludera’ sabato quattro settembre alle roe tredici. Festa della Vita, Testimoni di Luce, Proclamatori di Verita’ e Giustizia. Un vero impegno che gia’ porta i suoi frutti.

Sponsor

Articoli correlati

“L’emozione di vivere la Pasqua” una giovane aspirante Carabiniere

Daniela Vitale

“È tempo di donare un sorriso”. Un gesto solidale per riaccendere i cuori

Valentina Fotia

Anche la Comunità Islamica al convegno del Parlamento della Legalità Internazionale

Nicolò Mannino

Lascia un commento