mercoledì, 23 Giugno, 2021
Economia

Scadenze fiscali rinviate per artigiani e commercianti al 20 agosto

Buone notizie fiscali, per artigiani ed esercenti di attività commerciali. Ci sarà un ulteriore slittamento dei pagamenti, in modo da lasciare alle imprese e lavoratori autonomi un margine di denaro in cassa.

Il versamento dei contributi potrà essere effettuato entro il 20 agosto prossimo, non più entro lunedì 17 maggio. Il provvedimento è rivolto ai lavoratori iscritti alle gestioni autonome speciali Inps degli artigiani e degli esercenti attività commerciali che dovranno pagare i contributi previdenziali e assistenziali entro il 20 agosto 2021.

L’ultima legge di bilancio,  ha disposto per l’anno 2021 l’esonero parziale della contribuzione previdenziale e assistenziale per lavoratori autonomi e liberi professionisti iscritti alle gestioni Inps e alle casse previdenziali professionali autonome. L’ Inps  ricorda che si tratta di soggetti e imprese che, “abbiano percepito nel periodo d’imposta 2019 un reddito complessivo lordo imponibile ai fini Irpef non superiore a 50 mila euro e abbiano subito un calo del fatturato o dei corrispettivi nel 2020 non inferiore al 33 per cento rispetto a quelli del 2019”.

Sponsor

Articoli correlati

Fisco: Cgia, pressione tasse su contribuenti onesti è al 48%

Redazione

Credito, Confartigianato aiuta le piccole imprese in crisi. Patto con Mediocredito per sostenere le attività produttive

Giampiero Catone

Artigiani, sullo “sconto di fattura” è rottura con il Governo

Giampiero Catone

Lascia un commento