domenica, 19 Settembre, 2021
Attualità

Al palazzo Arcivescovile di Monreale, la Pasqua del Parlamento della Legalità Internazionale

Metti un pomeriggio di primavera , con una atmosfera che sa di Pasqua dove la retorica cede il posto alla semplicità di un “Si” pronunciato da Maria di Nazareth (venerata in casa parlamento della legalità internazionale con il titolo affettivo di Stella del Mattino).

I Generali della diverse forze armate arrivano quasi in punta di piedi. Ad accoglierli Salvatore Sardisco e Nicolò Mannino, un modo semplicemente familiare per dare un simbolico abbraccio “di cuore” a chi quotidianamente segue un iter culturale formativo dove la vera cultura della legalità passa dalla preghiera, dall’azione e da eventi che hanno visto già arrivare in casa “Parlamento della Legalità Internazionale ” il Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Una cerimonia riservata , però, solo allo staff di presidenza del Parlamento della Legalità Internazionale, una di quelle che ha visto in prima fila nella cappella “personale” del palazzo Arcivescovile di Monreale le massime autorità della forze armate che da anni , a vario titolo, collaborano con il movimento culturale fondato da Nicolò Mannino, Salvatore Sardisco e guidato spiritualmente da mons. Michele Pennisi.

In prima fila il generale di corpo d’armata Carmine Lopez, generale interregionale dell’Italia sud/occidentale della Guardia di Finanza e presidente onorario del Parlamento della Legalità Internazionale al quale sono andati gli auguri per il suoi sessantunesimo compleanno. Con lui il generale di brigata Rosario Castello Comandante della Legione Carabinieri Regione Sicilia, il Comandante del Battaglione Reggimento “Caserma Turba ” il Tenete Colonnello Luigi Viscito, il vice Questore aggiunto Michele Modica, l’assessore del Comune di Palermo Prestigiacomo e con loro una rappresentanza dei giovani del movimento con il piccolo Antonino Caponnetto, arrivato da Paternò, che a nome di tutti ha letto un messaggio di auguro chiedendo un mondo più pulito, più fraterno senza mafia e violenza “.

Prima della celebrazione della Santa messa dal Vaticano il Cardinale Francesco Coccopalmerio (Presidente emerito del Pontificio Consiglio dei testi legislativi, Ministro della Giustizia della Santa Sede, ha telefonata Nicolò Mannino assicurando la sua vicinanza e la preghiera per la crescita del movimento.

Diversi i messaggi augurali pervenuti. Tra questi quelli del Ministro della Giustizia Marta Cartabia e il Ministro della Pubblica Istruzione Patrizio Bianchi.

 

Sponsor

Articoli correlati

Messaggio del Procuratore Capo della Procura Generale della Repubblica di Caltanissetta Lia Sava ai giovani del Parlamento della Legalità Internazionale

Nicolò Mannino

Draghi e il Parlamento della Legalità

Nicolò Mannino

Monreale in festa per l’arcivescovo Pennisi

Ettore Di Bartolomeo

Lascia un commento