sabato, 19 Giugno, 2021
Economia

Fastweb, modello italiano da seguire: in crescita per l’ottavo anno consecutivo

Fastweb mette a segno il settimo anno consecutivo di crescita, con performance nettamente positive in termini di clienti, ricavi e margini nonostante il perdurare dell’emergenza Covid-19 abbia fortemente caratterizzato il 2020.

Con l’acquisizione di 110.000 mila nuovi clienti per i servizi di accesso a banda larga, pari a un aumento del 4% rispetto all’anno precedente, la base clienti di Fastweb a fine dicembre si attesta a 2.747.000 unita’. Con il segno più anche i ricavi che si attestano a quota 2.304 milioni, in aumento del 4% rispetto al 2019. In progressione anche l’EBITDA che raggiunge quota 784 milioni, con un aumento del 5% rispetto al 2019 mentre l’EBITDA
inclusivo dei costi di locazione (EBITDAaL) si attesta a 732 milioni, confermando la crescita del 5%. Evoluzione estremamente positiva anche del FCF Proxy che si attesta a 145 milioni (al netto di partite straordinarie), con un incremento di ben il 44% rispetto al 2019, segnalando un netto miglioramento nella capacita’ di generazione di cassa.

Anche per il 2020 Fastweb si conferma leader negli investimenti con 587 milioni, pari al 25% dei ricavi, destinati prioritariamente allo sviluppo di infrastrutture di rete di nuova generazione sia fisse che mobili. In particolare gli investimenti si sono concentrati sul piano NeXXt Generation 2025 annunciato in dicembre: lo sviluppo del servizio mobile 5G, già disponibile a Milano, Bologna, Roma e Napoli e che via via si estenderà anche al resto del territorio nazionale, il roll out progressivo della rete UltraFWA che oggi raggiunge 50 città e che a regime coprirà 12 milioni di case nelle aree grigie e bianche del Paese e il potenziamento del servizio in fibra (FTTH) con l’incremento della velocità da 1 Gbps a 2.5 Gbps. In termini di penetrazione di servizi di accesso a Internet veloce, sono 2.011.000 i clienti che al 31 dicembre 2020 hanno attivato un servizio di connettività a banda ultralarga (+18% rispetto a dicembre 2019).

Anche il segmento mobile registra un deciso aumento con 1.961.000 Sim attive a fine dicembre, in crescita del 12% rispetto al 2019.
La percentuale di clienti “convergenti” che adottano servizi mobili assieme a quelli fissi a fine 2020 si attesta al 34% della customer base di Fastweb. Positive anche le performance della Business Unit Enterprise i cui ricavi a fine 2020 salgono a 907 milioni (+5% rispetto al 2019). Il posizionamento di Fastweb si consolida ulteriormente, raggiungendo una quota di mercato pari al 34%, in crescita di 1 punto rispetto all’anno precedente.

Altrettanto solida la performance della divisione Wholesale con ricavi pari a 264 milioni in crescita del +5% rispetto al 2019. Il numero di linee a banda ultralarga fornite agli altri operatori nazionali a fine 2020 si attesta a 158.000, segnando un aumento del 35% rispetto all’anno precedente.

Sponsor

Articoli correlati

La digitalizzazione portata dal Recovery un’occasione di sviluppo per l’Italia

Redazione

Macroregione Mediterranea: le Smart Roads partono da Genova

Vincenzo Esposito

Il Regno Unito ci ripensa. Niente 5G con Huawei

Andrea Strippoli Lanternini

Lascia un commento