martedì, 20 Ottobre, 2020
Ambiente

Rovigo: pulizia Sacca di Scardovari, uno dei luoghi più particolari del Delta del Po

Sponsor

PORTO TOLLE – Si è svolta con successo la prima tappa della prima edizione di “Sacca Pulita”, un percorso di pulizie ambientali di alcune zone della Sacca degli Scardovari, uno dei luoghi più suggestivi del Delta del Po, voluto da Riccardo Mancin, referente del delta del Po e della Regione Veneto per Plastic Free Onlus. La prossima tappa sarà il 25 ottobre a Canarin. Nonostante il forte vento di Scirocco abbia sferzato per gran parte della giornata nel primo pomeriggio 70 tra volontari e associati si sono dati appuntamento presso il ristorante Marina 70. Dopo l’accoglienza e la distribuzione del materiale utile per il recupero dei rifiuti veloce briefing di spiegazione dell’evento. “Marina 70 è un luogo simbolico dal punto di vista paesaggistico e storico, era doveroso per me iniziare da qui – spiega Mancin – è stupendo vedere quanti volontari siano accorsi, anche da molto lontano.” Ha partecipato anche l’Assessore alla Pesca del Comune di Porto Tolle Tania Bertaggia che ha portato i saluti dell’amministrazione e del Consorzio Cooperative Pescatori del Polesine ed ha applaudito la sensibilizzazione della iniziativa concludendo il breve intervento affermando che “C’è l’impegno del mondo della pesca verso la sostenibilità e il rispetto dell’ambiente, si sta andando nella direzione giusta.” Il bottino di due ore di raccolta è stato considerevole, 200 sacchi recuperati, pieni di materiale perlopiù plastico. presente anche una troupe di Infinity Tv, a gennaio 2021 uscirà una serie che vedrà una puntata proprio dedicata all’ambiente e a Plastic Free con immagini e interviste relative al pomeriggio di ieri. Al termine foto di gruppo e un ristoro finale con aperitivo offerto dalla famiglia Boscolo di Marina 70. “Ringrazio il Comune di Porto Tolle, Ecoambiente e Remigio Boscolo di Marina 70 per il supporto logistico e la gentilezza. E’ stato un vero successo, grande partecipazione, soprattutto di famiglie locali con tanti bimbi al seguito felici di raccogliere il frutto dell’inciviltà umana. E’ davvero incoraggiante – conclude Mancin – vedere quante persone abbiano voglia di dare un contributo e si avvicinino a queste attività. L’ambiente è di tutti e va tutelato. Ora si va a pulire sulla spiaggia del Canarin, il 25 ottobre. Insieme ad Edoardo Cacciatori stiamo pianificando un’altra bella giornata all’insegna del rispetto per l’ambiente, a breve pubblicheremo i dettagli. Per tutti gli aggiornamenti sugli eventi di Plastic Free in provincia di Rovigo e nel Veneto basta iscriversi al gruppo facebook regionale”.

Lascia un commento

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Se continui ad utilizzare il sito ne assumiamo che tu sia concorde. Accetta Maggiori Informazioni