lunedì, 21 Settembre, 2020
Cultura

Incontri con l’autore: “Scrittori e miti nel Delta del Po”

Sponsor
Lo Scrittore Diego Crivellari

ROSOLINA MARE (Rovigo) – Nell’ambito dell’iniziativa “Incontri con l’autore”, organizzata dal Comune di Rosolina, al centro congressi di Rosolina Mare è stato presentato il libro intitolato “Scrittori e mito nel Delta del Po, un dizionari letterario e sentimentale”, Apogeo Edizioni, scritto da Diego Crivellari. “Il libro è una sorta di dizionario che parla dei nostri scrittori, sei tanti narratori, giornalisti, autori e romanzieri che hanno parlato, soprattutto nel ‘900, del Delta del Po – spiega l’autore -. Leggendolo si scoprono grandi sorprese, come Zavattini, Soldati, Bassani, per rimandare e ritornare indietro fino a Lord Byron e tanti altri autori meno contemporanei. E’ un invito alla lettura e alla scoperta del nostro Delta”. Il libro è stato presentato al centro congressi di Rosolina Mare nell’ambito di “Incontri con l’autore” organizzati dal Comune di Rosolina. Simone Martinello, ha dialogato con l’autore. 

“Il libro è nato da un intento divulgativo – ha spiegato Crivellari -. Ho scritto poesie ma non sono propriamente un poeta, Simone invece sì, lui scrive dell’uccello, delle piante, della botanica, come il Montale e i grandi poeti. Non ho la conoscenza delle piante, degli animali, ho invece una cultura molto cartacea e il mio riconoscere questo ambiente è passato attraverso le parole di scrittori, giornalisti, narratori, attraverso film e documentari, infatti qui trovate anche una parte di cinema con Mazzacurati, Visconti. Poi la fotografia, infatti qui nel Delta del Po, sono passati anche grandissimi fotografi. Quindi, secondo me, mancava una ricognizione di quello che gli scrittori italiani e stranieri, famosi e meno conosciuti, o non celebrati, hanno invece scritto del nostro Delta del Po.

Ecco che volevo comunicare l’orgoglio di appartenere al territorio per raccontarlo, spiegarlo, alle persone che ci vivono e a coloro che sono lontano. Nel Delta del Po è passata non solo tanta acqua, tanto cinema, tanta fotografia, ma anche tanta letteratura e tanto giornalismo. E’ difficile scegliere degli autori simbolo, dovessi limitarmi faccio un nome veneto polesano, Gianantonio Cibotto, autore di “Scano Boa” e di “Cronache dell’alluvione”. E un nome emiliano ferrarese, Giorgio Bassani, autore di prosa e uomo impegnato socialmente e civilmente nella Rai, di lui ricordo un romanzo “L’airone””. Il sindaco Franco Vitale ha portato il saluto. “Con Simone sono legato dai tempi della scuola e con Diego per l’impegno che ci lega con il nostro territorio – ha detto -. Sono contento che Diego sia qui perché so quanto tiene al territorio. Dobbiamo valorizzarlo e questi sono momenti importanti per tutti noi perché è un tesoro che il Signore ci ha dato”. 

Articoli correlati

Assegnato il Premio Cosmos, nonostante il coronavirus

Angelica Bianco

Nuovo Ponte di Genova, in un libro immagini e voci dei protagonisti

Redazione

Mammola nel catasto onciario del 1754

Gianfranco Rotondi

Lascia un commento

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Se continui ad utilizzare il sito ne assumiamo che tu sia concorde. Accetta Maggiori Informazioni