giovedì, 26 Novembre, 2020
News Italpress

La Premier League valuta la ripresa in massimo 8-10 stadi

Sponsor

Awelco

LONDRA (INGHILTERRA) (ITALPRESS) – L'obiettivo della Premier League resta quello di portare a termine la stagione ma per centrarlo bisogna far giocare le 92 gare rimanenti in un massimo di 8-10 stadi e circa 40 mila test. E' quanto emerso dalla riunione di ieri fra i 20 club, compatti nel voler riprendere il campionato ma consapevoli che bisognera' limitarsi a un certo numero di stadi 'autorizzati' sia dal punto di vista sanitario che dell'ordine pubblico. La Lega inglese, al termine della riunione, ha ribadito che la salute e la sicurezza di calciatori e staff restano le priorita' e che il ritorno agli allenamenti e alle gare avverra' solo col via libera del governo e previa consultazione di medici, giocatori e tecnici. Ma per allora la Premier vuole farsi trovare pronta, per questo porta avanti il "Project Restart". Il piano per la ripartenza prevede, fra le altre cose, test per tutti 48 ore prima del ritorno al lavoro e poi due volte a settimana, e la possibilita' di rendere obbligatorio l'uso di mascherine. Ad oggi l'ipotesi di non ripartire non e' presa in considerazione sebbene il completamento della stagione sia legato a una selezione di un numero ristretto di impianti: da escludere, insomma, che ciascuna delle 20 squadre possa giocare le gare casalinghe nel proprio stadio ma piuttosto si percorrera' la strada del 'campo neutro', tutto ovviamente a porte chiuse. Per saperne di piu' appuntamento a giovedi' prossimo, quando il governo annuncera' i prossimi passi in termini di lockdown e contemporaneamente i club si ritroveranno in videoconferenza. Sospesa da meta' marzo, la Premier spera di poter ripartire il 12 giugno. (ITALPRESS). glb/red 02-Mag-20 10:29

Lascia un commento

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Se continui ad utilizzare il sito ne assumiamo che tu sia concorde. Accetta Maggiori Informazioni