sabato, 22 Giugno, 2024
Regioni

Campi Flegrei, sciame sismico: associazione B&B chiede chiarezza 

 “In una situazione nuova del bradisismo il primo obiettivo è quello di tutelare residenti e cose”.  A sottolinearlo mediante il proprio canale social è Agostino Ingenito, presidente nazionale e regionale A.B.B.A.C. (Associazione B&B Affittacamere e Case vacanze) che chiede massima trasparenza nelle notizie relative alle scosse di terremoto ai Campi Flegrei per evitare che si effettuino strumentalizzazioni e allarmismi ai danni della filiera turistica.

“Come evidenziato a più riprese dagli scienziati, ci troviamo in una situazione nuova del bradisismo, ampiamente monitorato. Senza mai omettere alcuna verità e nel primo obiettivo di tutelare residenti e cose, auspichiamo che si mantenga il giusto equilibrio soprattutto verso i canali news internazionali per evitare rischi di disdette e mancate scelte turistiche verso il nostro territorio regionale”, scrive nella nota il presidente dell’Associazione. Agostino Ingenito chiede che le comunicazioni siano univoche e che giungano da fonti certe.

Turismo, risorsa da salvaguardare

“Non vogliamo certo che siano occultate notizie, tutt’altro, ma va anche detto che per noi della filiera turistica, questo periodo è da ritenersi di alta stagione” dichiara Ingenito, evidenziando che “sono tanti i viaggiatori stranieri che hanno programmato soggiorni e tour culturali e naturalistici nella splendida nostra regione, con particolare interesse culturale tra i siti Unesco di Napoli, Pompei, Ercolano, Vesuvio e verso isole del Golfo, Penisola Sorrentina, Costiera Amalfitana e aree interne”. L’associazione A.B.B.A.C.  auspica che “siano allertati tutti i canali di comunicazione del settore”, tramite un’informazione “che evidenzi che si tratta di un fenomeno naturale ciclico per il territorio, creando così il giusto equilibrio rispetto a toni allarmistici che rischiano di penalizzarci anche per la scelta della destinazione per il turismo interno.

L’andamento economico di questa prima parte dell’anno, tra effetti percepiti dell’inflazione, soprattutto in Italia, i tassi di interesse, gli aumenti di tariffe del trasporto aereo e ferroviario, come dell’aumento dei costi – conclude Ingenito – potrebbero generare ulteriori ripercussioni verso il nostro settore che, solo nel 2023, ha potuto riprendere la corsa dopo i disastrosi effetti del covid”.

 

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Il corpo della città

Maria Sole Sanasi d'Arpe

Gianluigi Facchini (Gruppo SHG) Turismo senza stranieri: calo di 80 milioni di presente estere. Gli italiani in vacanza salvano il settore ma non ovunque

Maurizio Piccinino

Emirates e ITA Airways firmano un MoU, cooperazione estesa per il codeshare

Redazione

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.