martedì, 28 Maggio, 2024
Economia

L’estate 2024 potrebbe essere rovente sul fronte dei prezzi degli stabilimenti balneari

“Le tariffe di lettini, ombrelloni e servizi accessori sono saliti senza sosta. Per una giornata al mare si spende in media tra il 30% e il 40% in più rispetto al 2019. Lo scorso anno fino a 1.000 euro al giorno per una postazione in spiaggia”. L’allarme arriva oggi dal Codacons, (Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori) dopo la decisione del Consiglio di Stato che boccia la proroga al 2024 della concessione. Il Codacons segnala che gli operatori balneari minacciano già possibili rincari del 50% per le tariffe applicate dai lidi italiani come conseguenza degli aumenti dei prezzi delle concessioni. Aumenti, secondo l’Organizzazione, che andrebbero ad aggiungersi a quelli già registrati negli ultimi anni.

Il costo di una giornata al mare

“Tra misure legate al Covid, aumento dei costi energetici e incremento dell’inflazione – spiega il Codacons mediante comunicato stampa – i listini degli stabilimenti balneari hanno registrato costanti ritocchi al rialzo negli ultimi anni, al punto che una giornata al mare, considerato il noleggio di lettini, ombrelloni, sdraio e i servizi aggiuntivi come pasti, bibite, parcheggi, eccetera, costa in media tra il +30% e il +40% rispetto al 2019”. E in attesa di conoscere i nuovi listini al pubblico praticati dai lidi per il 2024, lo scorso anno, in base ai dati raccolti dal Codacons sul territorio, “per affittare un ombrellone e due lettini durante il weekend in uno stabilimento standard, la spesa media si attestava tra i 30 e i 35 euro al giorno, con forti differenze a seconda della zona: il costo variava infatti dai 40 euro in media di Viareggio o Riccione agli 80 euro di Gallipoli, passando per i 60 euro di alcune località della Sardegna, ma si poteva arrivare anche a 120 euro al giorno nelle strutture di livello più alto”. Inoltre, si legge ancora “se si sceglieva uno stabilimento di lusso, la spesa saliva a 500 euro al giorno per capanne o tende in Costa Smeralda, Forte dei Marmi e Lido di Venezia” fino a raggiungere il record, secondo i dati, di ben 1.010 euro al giorno per una postazione in prima fila in un club di Marina di Pescoluse.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Tempesta in arrivo sull’Italia. Una follia indebolire Draghi

Giuseppe Mazzei

Confcooperative: tassi e inflazione hanno bruciato 693mld di ricchezza finanziaria delle famiglie

Valerio Servillo

Pil, Confesercenti: crescita lenta, pesa instabilità geopolitica

Paolo Fruncillo

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.