martedì, 28 Maggio, 2024
Ambiente

Bandiera Blu 2024, salgono a 236 le località costiere premiate con 14 nuovi ingressi

Nel corso della cerimonia di premiazione presso il Consiglio Nazionale delle Ricerche a Roma, la Fondazione per l’Educazione Ambientale Italia (FEE -Foundation for Environmental Education) ha presentato l’elenco delle località rivierasche che hanno ottenuto l’ambita e prestigiosa certificazione internazionale di qualità del mare ed eco sostenibilità ambientale “Bandiera Blu”. Quest’anno sono 14 le località balneari italiane e 10 i Comuni che hanno ottenuto per la prima volta questo grande riconoscimento internazionale e sono 485 le spiagge italiane in totale, appartenenti a 236 Comuni, ad essersi guadagnati tale importante titolo. Premiati anche 81 approdi turistici; sono 4 le spiagge ad averlo perso. Lo slogan scelto per questa 38ma edizione è: “Il presente cambia il futuro”.

Le new entry 2024 da Nord a Sud

Quest’anno, 236 Comuni balneari italiani, dieci in più rispetto alla precedente edizione, 485 spiagge, 81 approdi turistici, hanno ottenuto il prestigioso riconoscimento Bandiera Blu. Si tratta di oltre l’11% su scala mondiale. Le Bandiere Blu ‘new entry’ dell’ edizione 2024 da Nord a Sud sono: Trentino Alto Adige: Tenno (TN) e Vallelaghi (TN); Liguria: Recco (GE) e Borgio Verezzi (SV); Marche: Porto Sant’Elpidio (FM);  Abruzzo: Ortona (CH);  Campania: Cellole (CA); Puglia: Lecce (LE), Patù (LE) e Manduria (TA); Calabria: Parghelia (VV); Sicilia: Letojanni (ME), Taormina (ME) e Scicli (RG). Non sono stati riconfermati, si legge nel comunicato stampa pubblicato dal Ministero del Turismo, Ameglia e Taggia in Liguria, Margherita di Savoia in Puglia e Marciana Marina in Toscana. L’elenco completo dei Comuni con le spiagge premiate e degli Approdi è visionabile anche tramite sito istituzione del Ministero del Turismo.

Criteri di valutazione e indicatori

Tra i 32 criteri di valutazione, che vengono aggiornati periodicamente al fine di supportare le Amministrazioni locali in percorsi di gestione del territorio di sviluppo eco-sostenibile, il requisito essenziale è che le acque di balneazione e le spiagge siano risultate pulite e di qualità “eccellente” nel corso degli ultimi quattro anni, sulla base delle analisi effettuate per l’Italia dalle Agenzie Regionali per la Protezione dell’Ambiente (ARPA), nell’ambito del programma nazionale di monitoraggio e campionamento coordinato dal Ministero della Salute. Tra gli indicatori compaiono: la pulizia delle spiagge, l’accessibilità “per tutti”, la sicurezza dei bagnanti, gli impianti di depurazione e gli allacci fognari, la cura dell’arredo urbano e delle spiagge, la raccolta differenziata e la corretta gestione dei rifiuti, l’efficienza energetica, l’attività di pesca, il valore paesaggistico, la tutela della biodiversità marina e la valorizzazione delle aree naturalistiche e i servizi turistici.

Il turismo, se non è sostenibile, non è praticabile

Il Presidente di FEE Italia, Claudio Mazza, nel suo intervento alla cerimonia di assegnazione ha dichiarato: “Bandiera Blu rappresenta per i turisti un valore importante nella scelta della meta turistica. Anche quest’anno registriamo un incremento dei Comuni che hanno ottenuto la Bandiera Blu, in modo omogeneo da Nord a Sud. La parte importante di questo programma è, però, il percorso per il riconoscimento, impostato sul miglioramento continuo: a piccoli passi, concreti, nel tempo, con il “sacro fuoco” della sostenibilità, nell’ambito di una visione olistica di gestione dei territori, migliorano i servizi, la qualità della vita dei cittadini, le presenze turistiche”. E parlando ancora di sostenibilità, Mazza ha evidenziato: “Il turismo sostenibile non è una nicchia del turismo: il turismo, se non è sostenibile, non è praticabile. È quello che chiedono i grandi Tour Operators, che intercettano la domanda dei turisti: quasi il 75% di chi viaggia è disposto a pagare il 10% in più di prezzo per destinazioni ecosostenibili. Il mercato può orientare le scelte degli operatori verso la sostenibilità, ambientale, economica e sociale”.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Turismo in Liguria: Pasqua da tutto esaurito alle Cinque Terre

Ettore Di Bartolomeo

San Marino, arrivano 10 percorsi di interesse turistico

Redazione

Confindustria alberghi “no aumento imposta di soggiorno”

Redazione

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.