lunedì, 15 Aprile, 2024
Esteri

Ex autista di scuolabus accusato di aver appiccato il fuoco a due autobus, di cui uno pieno di studenti

Un ex autista di scuolabus è stato trattenuto in prigione senza cauzione, in attesa di processo, dopo essere stato accusato di aver appiccato il fuoco a due autobus scolastici dello Utah, uno dei quali era pieno di bambini. Michael Austin Ford, 58 anni, residente a West Valley City, un sobborgo di Salt Lake City, è stato detenuto dal giudice magistrato Cecilia M. Romero. Nell’ordine di detenzione, Romero ha affermato che Ford rappresenta un pericolo “per l’intera comunità”. Un difensore pubblico federale assegnato al caso ha presentato una mozione chiedendo che la detenzione senza cauzione di Ford venga riconsiderata. Tuttavia, il grand jury federale ha restituito un atto il 21 febbraio, accusando Ford di due capi d’accusa di incendio doloso di un veicolo di organizzazione che riceve fondi federali.

Caso parallelo

Ford deve anche affrontare un caso parallelo presso il tribunale distrettuale di Salt Lake City, che include accuse di incendio doloso aggravato, abusi aggravati su minori e ostruzione alla giustizia. I pubblici ministeri federali affermano che Ford, mentre era al lavoro come autista di autobus per il distretto scolastico Granite di Salt Lake City, ha appiccato il fuoco agli autobus il 24 febbraio 2022 e il 7 aprile 2023. Durante l’incidente del 2022, a bordo c’erano 42 studenti. Tuttavia, Ford ha continuato a guidare l’autobus mentre le fiamme crescevano sotto il cruscotto e il fumo si diffondeva nell’abitacolo verso i bambini, secondo quanto affermano i pubblici ministeri federali.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Il Beccaria era un modello ora è pieno di criticità

Redazione

Per il Presidente delle Isole Canarie l’incendio scoppiato a Tenerife è stato provocato deliberatamente

Cristina Gambini

Palma: Il carcere non sia un tempo vuoto. Sotto i 3 anni misure alternative alle sbarre

Giuseppe Mazzei

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.