martedì, 5 Marzo, 2024
Energia

Giordania: al via lo studio per la produzione di ammoniaca verde

Il Ministero dell’Energia e delle Risorse Minerarie della Giordania ha siglato accordi con quattro società per condurre studi di fattibilità volti a sviluppare la capacità di produzione fino a 1,5 milioni di tonnellate di ammoniaca verde all’anno nel regno. Nei scorsi il ministro dell’Energia Saleh Al-Kharabsheh ha firmato memorandum d’intesa (MoU ) con Kawar Energy Company, Philadelphia Solar Energy Company, Amarenco MENA Services e Enertrag tedesca. Kawar Energy sta cercando di creare un impianto di produzione con una capacità annua di 100.000 tonnellate di ammoniaca verde, mentre la Philadelphia Solar Energy Company è interessata a creare un impianto in grado di produrre tra 100.000 e 200.000 tonnellate di ammoniaca verde all’anno, come ha annunciato lunedì il ministero dell’Energia. Amarenco mira a realizzare un impianto per la produzione di 1 milione di tonnellate di ammoniaca verde. A sua volta, il piano di Enertrag prevede la creazione di un sito in grado di produrre 200.000 tonnellate di ammoniaca verde.

Cooperazione Governo-Settore privato

I protocolli d’intesa delineano il quadro generale per la cooperazione tra il governo e il settore privato per facilitare l’implementazione dei primi studi di fattibilità entro un anno, ha detto Al-Kharabsheh. Una volta completati gli studi iniziali da parte delle aziende e sulla base dei risultati, il ministero stipulerà accordi quadro che dovrebbero sfociare in accordi definitivi di investimento per i progetti, ha aggiunto il ministro. Intervenendo dopo la firma dei memorandum, Al-Karabsheh ha affermato che la Giordania aspira ad essere un attore chiave nella regione nella produzione di idrogeno verde, soprattutto perché la quota di energia rinnovabile ha raggiunto il 27% del mix energetico del paese entro la fine del 2022. Gli ultimi patti fanno seguito alla firma di tre protocolli d’intesa nel settore della produzione di idrogeno verde e Al-Kharabsheh ha affermato che altri cinque patti con aziende interessate a produrre la molecola verde in Giordania saranno firmati durante il vertice COP 28 a Dubai entro la fine dell’anno.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

In Italia aumentano laureati e cervelli in fuga

Rosaria Vincelli

Miele, crolla la produzione. Coldiretti: “Api e impollinazione a rischio”

Angelica Bianco

Costruzioni, a settembre torna a scendere la produzione

Redazione

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.