martedì, 5 Marzo, 2024
Società

Migranti, ancora sbarchi a Lampedusa nella notte

Non accenna a diminuire il numero di sbarchi a Lampedusa: 2.427 i migranti, fra cui 228 minori non accompagnati, sono ospiti dell’hotspot dell’isola dove, durante la notte, ci sono stati 6 approdi. Nelle acque vicine, fra i natanti soccorsi, è stata avvistata anche una barca di legno di 10 metri con a bordo 133 tra bengalesi, egiziani, eritrei, etiopi, libici, siriani e somali. L’ultimo approdo, prima di mezzanotte, è avvenuto direttamente sulla terraferma: a sbarcare a molo Madonnina sono stati 12 tunisini, fra cui un minore, partiti da Djerba.
Intanto la giornata odierna è contrassegnata dal alcuni trasferimenti di migranti che dunque lasceranno Lampedusa: 680 persone sono destinate a Porto Empedocle, 420 a Trapani.

Tanti arrivi

Sul primo barchino, arrivato a molo Madonnina e partito da Zwara, in Libia, c’erano 35 (fra cui 2 donne) egiziani, eritrei, siriani e sudanesi; sul secondo, salpato da Sfax, in Tunisia, e approdato al molo commerciale, c’erano 20 persone (2 donne e un minore) che hanno detto di essere originarie di Burkina Faso, Camerun, Costa d’Avorio, Guinea, Mali, Niger e Sud Sudan. All’alba, in contemporanea, un battello con 29 (2 donne e 4 minori) gambiani, siriani e iracheni partiti da Sfax è arrivato a molo Favarolo e un altro, con 35 (2 minori) in viaggio da Sabratha.

Fuga di minorenni

Nel porto di Bari è giunta in mattinata la Geo Barents, nave di ʼMedici senza frontiereʼ che nei giorni scorsi, nel Mediterraneo, ha soccorso 55 migranti in difficoltà, 46 dei quali sono minorenni non accompagnati. A bordo anche una ragazzina di 15 anni che ha raccontato di essere arrivata da sola, subendo stupri e patendo la fame, dopo aver attraversato la Mauritania, l’Algeria e la Tunisia; presente anche un 16enne, fuggito alla guerra che attanaglia il Sudan, per evitare di diventare un soldato e imbracciare quindi le armi.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Giansanti (Confagricoltura): energie rinnovabili, imprese pronte ma serve la revisione del Pnrr

Leonzia Gaina

Confesercenti: famiglie, bilanci stravolti. Costi alti e acquisti giù. Bruciati 6.5 miliardi di risparmi

Valerio Servillo

Russolillo: “Il successo è una vittoria collettiva”. Professionalità ed entusiasmo sono l’anima di un evento

Angelica Bianco

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.