mercoledì, 29 Maggio, 2024
Energia

Ue adotta nuova direttiva per ridurre il consumo energetico dell’11,7% entro il 2030

L’energia risulta sempre un tema centrale discusso dalla politica europea soprattutto in un periodo dove inflazione e guerra influenzano costantemente i consumi.  Il Consiglio Europeo ha adottato nuove norme per ridurre il consumo di energia finale a livello dell’Ue dell’11,7% entro il 2030. Gli Stati membri beneficeranno di flessibilità nel conseguimento di tale obiettivo.   Gli Stati membri garantiranno collettivamente una riduzione del consumo di energia finale di almeno l’11,7% nel 2030 rispetto alle previsioni di consumo energetico per il 2030 formulate nel 2020. Ciò si traduce in un limite massimo al consumo di energia finale della Ue pari a 763 milioni di tonnellate equivalenti di petrolio e a 993 milioni di tonnellate equivalenti di petrolio per il consumo primario. Il limite per il consumo finale sarà vincolante per gli Stati membri a livello collettivo, mentre l’obiettivo per il consumo di energia primaria sarà indicativo. Il consumo di energia finale rappresenta l’energia consumata dagli utilizzatori finali, mentre quello di energia primaria comprende anche ciò che viene utilizzato per la produzione e la fornitura di energia.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Droni armati e navi della marina americana assistono all’evacuazione di cittadini americani dal Sudan devastato dalla guerra

Paolo Fruncillo

Economia e politica a confronto all’assemblea nazionale di Confagricoltura il 14 e 15 dicembre  

Redazione

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.