domenica, 25 Febbraio, 2024
Regioni

Tpl, Giani “Per avere servizio migliore comuni toscani contribuiscano”

FIRENZE (ITALPRESS) – "Abolirei la parola rincari, è semplicemente l'attuazione del disposto che era nel contratto con Autolinee Toscane per l'adeguamento Istat: in realtà manterrà Firenze con un prezzo di biglietto molto inferiore ad altre città". Lo ha detto il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, a chi gli ha chiesto se ci sarà il tavolo, chiesto fra gli altri dall'assessore all'Ambiente del Comune di Firenze, Andrea Giorgio, per parlare dell'aumento, dal prossimo 1 agosto, di biglietti ed abbonamenti annunciato da Autolinee Toscane, l'azienda che gestisce il trasporto pubblico su gomma in Toscana. Giani ha spiegato come "ci sarà certo questo tavolo: sarà l'occasione in cui decideremo anche quanto i Comuni contribuiranno sul trasporto pubblico locale. Vorrei ricordare che da sempre in qualche modo il Tpl vede risorse dei Comuni interessati al miglioramento di alcuni servizi e della Regione attraverso il fondo del trasporto pubblico locale, che è messo appunto dalla Regione, e distribuito secondo alcuni parametri. Da quando la Regione ha fatto l'appalto unico regionale che era nelle sue prerogative, vinto dai francesi di Autolinee Toacana, in realtà i Comuni è come se avessero affidato tutto alla Regione, che mette 660 milioni per il trasporto locale: quello marittimo verso le isole, quello ferroviario, e quello delle autolinee che è quello più consistente". "Noi – ha evidenziato Giani – più di questi 660 milioni non so proprio cosa ci dovremmo mettere: se vogliamo un servizio migliore, è evidente che i Comuni contribuiscono magari a mettere quelle risorse per rendere più frequente e più efficiente la linea X o Y. Questo tavolo servirà anche a questo. Non si può essere quel soggetto che dice 'Noi non c'entriamo nulla, è tutto della Regione. In tutti gli anni, ricordate i buchi dell'Ataf, noi abbiamo visto che alla Regione contribuivano anche i Comuni. Se si contribuisce poi si può anche avere rilievi da fare, ma se non si mette nemmeno un euro che rilievi si possono fare? Il tavolo lo apriremo anche per questo". foto: Agenzia Fotogramma (ITALPRESS). xb8/tvi/red 24-Lug-23 13:58

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Presidente Zaia inaugura ampliamento Aristoncavi a Brendola

Redazione

Confindustria Srm, inaspettata tenuta economica per il Mezzogiorno

Redazione

Accordo ENGIE-Amazon, in Sicilia due nuovi parchi agro-fotovoltaici

Redazione

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.