martedì, 23 Luglio, 2024
Esteri

Siria respinge attacco israeliano. Frammenti di missili antiaerei colpiscono Israele

La Siria ha dichiarato di aver respinto domenica una salva missilistica da Israele , dove la polizia ha riferito che i resti di un missile antiaereo siriano hanno colpito una città remota senza causare feriti. Negli ultimi mesi Israele ha intensificato gli attacchi contro gli aeroporti e le basi aeree siriane per interrompere il crescente uso da parte dell’Iran di linee di rifornimento aeree per consegnare armi agli alleati in Siria e Libano, incluso Hezbollah libanese. I media statali siriani hanno affermato che le difese aeree hanno intercettato i missili israeliani nelle parti centrali del paese, abbattendone la maggior parte. Una dichiarazione dell’esercito siriano afferma che i missili che hanno sorvolato parti della capitale libanese Beirut hanno colpito località nelle vicinanze della città di Homs, provocando solo danni materiali. Un portavoce militare israeliano ha detto che gli aerei da guerra hanno colpito obiettivi tra cui una batteria di difesa aerea siriana da cui è stato lanciato un missile antiaereo verso Israele. Dopo un’esplosione a mezz’aria udita in tutto Israele, i resti del missile siriano sono atterrati a Rahat, una città a circa 180 km (110 miglia) a sud della linea di armistizio tra i due paesi, ha detto la polizia israeliana. Non c’erano notizie di eventuali vittime. I media locali hanno mostrato quella che sembrava essere la parte anteriore annerita di un grosso missile, in piedi in un’area aperta tra edifici residenziali, e le pinne caudali in un campo. L’esercito israeliano ha affermato che i suoi aerei da guerra sono rimasti illesi. Gli attacchi israeliani fanno parte di un’escalation di quello che è stato un conflitto a bassa intensità che continua da anni con l’obiettivo di rallentare il crescente radicamento dell’Iran in Siria , affermano gli esperti militari israeliani. L’influenza di Teheran in Siria è cresciuta da quando ha iniziato a sostenere il presidente Bashar al-Assad nella guerra civile iniziata nel 2011. I combattenti alleati dell’Iran, incluso Hezbollah, ora dominano aree della Siria orientale, meridionale e nordoccidentale e in diversi sobborghi intorno alla capitale.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Israele: al voto per la quinta volta dal marzo 2019

Redazione

Biden a Netanyahu: “Cessate il fuoco subito. Basta vittime civili o cambierà la politica Usa”

Antonio Gesualdi

Israele: l’Onu rifiuta di riconoscere Irina Korolova e Asil Sawaed vittime del terrorismo

Cristina Gambini

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.