lunedì, 15 Aprile, 2024
Attualità

Emilia-Romagna: a lavoro anche i geologi della Provincia di Trento per stime lavori a seguito delle frane

Anche i geologi del Servizio Geologico della Provincia di Trento, assieme a tecnici e funzionari del Servizio Prevenzione Rischi e Centrale unica di emergenza sono partiti per raggiungere l’Emilia-Romagna. Si occuperanno della ricognizione e della mappatura dei dissesti franosi che interessano i comuni di Modigliana, Castrocaro Terme e Terra del Sole, Dovadola, Borgo Tossignano, Fontanelice, Castel del Rio e Casalfiumanese. In collaborazione con le amministrazioni locali dovranno fare una stima e una quantificazione dei lavori necessari a seguito dei danni causati da smottamenti e frane.

Intanto a Lugo di Romagna, dove sta operando personale del Servizio Prevenzione Rischi e Centrale unica di emergenza e i Vigili del Fuoco volontari, concluso l’utilizzo dell’idrovora di maggiore capacità, l’intervento sul parcheggio interrato di un centro commerciale prosegue con idrovore di dimensioni minori in grado di completare il lavoro nei dettagli, grazie anche all’intervento dei tecnici del centro commerciale. Qui l’operazione dovrebbe concludersi in giornata. Due squadre di Vigili del Fuoco volontari stanno inoltre intervenendo ancora su altri edifici, comprese abitazioni private, per liberarli da acqua e fango. Nella giornata di oggi, a operazioni concluse, il contingente trentino che ha lavorato a Lugo di Romagna, una ventina di persone oltre ai Nu.Vol.A., dovrebbe fare rientro in Trentino.

Due delle idrovore con maggiore portata, 1200 litri al secondo ognuna, saranno invece impiegate ad Alfonsine. Serviranno a sostegno di un consorzio di bonifica per agevolare il deflusso delle acque da un canale. Per quanto riguarda l’intervento a Cesena, dove opera il personale del Servizio Antincendi e protezione civile della Provincia autonoma di Trento, dopo lo svuotamento della tangenziale, personale e attrezzatura da ieri sono stati spostati a Forlì per intervenire in un grande parcheggio sotterraneo di un condominio per aspirare e portare via acqua e fango. Oggi prosegue il lavoro, con una pompa idraulica proprio in grado di asportare il fango; a seguire l’obiettivo è intervenire in altri scantinati e interrati.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Sanità, accordo programma governo-Regione Emilia Romagna da 145 mln

Giulia Catone

Dalla Bper 15 milioni per le Pmi dell’Emilia-Romagna colpite dall’alluvione di maggio

Valerio Servillo

Simest: 700mln a sostegno delle imprese colpite dall’alluvione

Francesco Gentile

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.