martedì, 16 Aprile, 2024
Lavoro

P.A.: in due anni 350mila nuovi posti di lavoro

A margine della tappa di Napoli del tour “Facciamo semplice l’Italia. PArola ai territori”, il ministro per la Pubblica Amministrazione Paolo Zangrillo ha ribadito come la P.A. ha svolto un lavoro significativo creando negli ultimi due anni 350 mila nuovi posti di lavoro. “In una pubblica amministrazione, ci sono nuovi dipendenti che dispongono delle competenze che servono per lavorare subito, e poi c’è anche un grande lavoro da fare dal punto di vista della formazione per molti giovani”, afferma Zangrillo.

“È la stessa cosa che esiste nelle organizzazioni private: un giovane che entra in un’organizzazione privata deve fare un training on the job, deve cercare di acquisire in tempi ragionevoli le competenze per poter essere autonomo. Io combatto questa narrazione di una pubblica amministrazione che è diversa dalle altre organizzazioni del mondo”, ha aggiunto. “La Pubblica amministrazione può fare esattamente le stesse cose che fanno le altre organizzazioni, quindi non c’è una distinzione tra la PA e tutto il resto. Noi dobbiamo essere capaci anche prendendo spunto dall’eccellenza del privato, di introdurre nella pubblica amministrazione quelle dinamiche che consentono di avere un capitale umano che funzioni” conclude Zangrillo.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Ripartono gli incontri di formazione per la P.A

Emanuela Antonacci

Digitalizzazione: il visto di conformità formale per il super-bonus del 110% è la perfetta antitesi della semplificazione che dovrebbe apportare l’utilizzo dei sistemi digitali

Redazione

Caivano: c’è lo Stato. Don Patriciello elogia Meloni sul Gardian

Ettore Di Bartolomeo

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.