mercoledì, 8 Febbraio, 2023
Economia

La guerra costa 2.800mld all’economia globale

Il rapporto “Economic Outlook” dell’Ocse ha stimato che il costo della guerra in Ucraina affrontato dall’economia globale si aggira intorno ai 2.800 miliardi di euro. Naturalmente si tratta solo di un conteggio provvisorio. Il conto definitivo potrebbe aumentare se la guerra dovesse prolungarsi oltre l’anno prossimo o se ci sarà il razionamento delle forniture in inverno. La guerra ha fatto aumentare notevolmente i prezzi dell’energia e dei generi alimentari, aggravando le pressioni inflazionistiche in un momento in cui il costo della vita era già in rapido aumento in tutto il mondo.   Per questo la crescita globale rallenterà dal 3% nel 2022 (stima invariata rispetto alle proiezioni di giugno) al 2,2% nel 2023 (-0,6% rispetto a tre mesi fa), ben al di sotto del ritmo previsto prima della guerra. Viceversa, ci sarà l’impennata dell’inflazione. Quest’anno sarà dell’8,1%, (1,1 punti percentuali in più rispetto alle previsioni di giugno) e al 6,2% sul 2023 (1,6 punti percentuali in più rispetto alle precedenti previsioni).

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Il “lapsus” di Putin sulla guerra

Renato Caputo

La guerra in Ucraina e il gioco delle illusioni

Renato Caputo

Altolà di Biden a Putin. La linea rossa e la linea russa

Giuseppe Mazzei

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.