sabato, 20 Aprile, 2024
Società

Onorificenza per la direttrice dei Musei Vaticani

L’ambasciatore d’Italia presso la Santa Sede, Pietro Sebastiani, ha conferito alla direttrice dei Musei Vaticani, Barbara Jatta, l’onorificenza di Commendatore dell’Ordine della Stella d’Italia. Il tutto “a riconoscimento del suo eccezionale profilo accademico-scientifico e del costante impegno nella valorizzazione del comune patrimonio artistico e del turismo d’arte e religioso”.

Nominata da Papa Francesco alla fine del 2016, Barbara Jatta è la prima donna alla guida dei Musei Vaticani, “incarico in cui si è distinta per altissima professionalità e competenza – si legge in una nota ufficiale –  assicurando in ogni circostanza una costruttiva attenzione alla collaborazione con le istituzioni italiane”.

L’Ordine della stella d’Italia è stato con legge 13/2011 e sostituisce il preesistente Ordine della Stella della Solidarietà Italiana nato nel 1947. Si tratta della seconda onorificenza civile dello Stato; essa rappresenta un particolare attestato in favore di tutti coloro che, italiani all’estero o stranieri, hanno acquisito particolari benemerenze nella promozione dei rapporti di amicizia e collaborazione tra l’Italia e gli altri Paesi e nella promozione dei legami con l’Italia.

In particolare, per la candidatura al conferimento dell’onorificenza, vengono considerate la preservazione dell’italianità e la promozione del prestigio nazionale all’estero: ciò si traduce in varie attività, come la promozione della lingua italiana, le attività di volontariato ed assistenziali, le attività filantropiche, la partecipazione alla vita associativa delle comunità italiane all’estero, la ricerca scientifica e tecnologica, le missioni pastorali, le imprese commerciali, la promozione eno-gastronomica e l’offerta di lavoro agli italiani.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Il Papa: “Anziani e nonni non sono scarti, la politica non li dimentichi”

Stefano Ghionni

Celebrata la IV Giornata mondiale dei poveri. Papa Francesco e la parabola dei Talenti: la vita è vuota senza aiuto a chi ha bisogno

Maurizio Piccinino

Verdi della Laudato Si’ di Francesco. Popolari di Sturzo e De Gasperi

Antonino Giannone*

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.