domenica, 27 Novembre, 2022
News Italpress

Riecco Berrettini, batte Murray e conquista Stoccarda

STOCCARDA (GERMANIA) (ITALPRESS) – Un rientro in grande stile. Matteo Berrettini c’è, magari non è ancora brillante come ai tempi migliori ma Stoccarda è (di nuovo) sua: il “Boss Open”, torneo Atp 250 dotato di un montepremi pari a 692.235 euro sui campi in erba (a dire il vero non in grande forma) della città tedesca, certifica il ritorno del tennista romano dopo i tre mesi di stop in seguito all’operazione alla mano e dopo aver saltato tutta la stagione sulla terra. Berrettini c’è, insomma, e a pagarne le conseguenze è Andy Murray che, dopo aver sconfitto in semifinale l’australiano Nick Kyrgios, ha giocato alla pari con l’azzurro pagando a livello fisico (problemi agli addominali) i suoi 35 anni nel terzo e decisivo set. Oltre due ore e trenta di gioco, dopo un primo set che Berrettini ha fatto svoltare al terzo game, centrando il break: Murray ha provato la risalita immediata ma le quattro palle per recuperare il servizio perduto sono state tutte annullate da Berrettini soprattutto grazie al servizio. Anche Berrettini spreca alla risposta da 0-40 permettendo allo scozzese il 2-3. Equilibrio al servizio e il set si chiude con Berrettini che si impone per 6-4. Berrettini potrebbe chiuderla sul 4-4 del secondo set: due break point, annullati però con due servizi vincenti dall’ex numero 1 che, sull’onda dell’entusiasmo e dell’esperienza, si porta sul 6-5 e ruba il servizio decisivo a Matteo, 7-5. Serve il terzo set. Che il romano comincia alla perfezione, conquistando subito il break che indirizza la sfida: i problemi muscolari di Sir Andy si fanno sempre più seri e dopo 2h25′ lo scozzese appare a un passo dal forfait, ma decide di non mollare e, seppur acciaccato, continua a sfornare colpi di classe. Berrettini arriva al primo match point sul 3-5, negato da un rovescio di altissimo livello dello scozzese. La seconda occasione però non sfugge e Berrettini, che conquista a Stoccarda il suo sesto titolo Atp, il terzo sull’erba. “E’ incredibile – ammette a fine gara -. E’ l’ultima cosa che avrei immaginato venendo qui. La prima operazione della mia vita, tornare in queste condizioni…Non ho giocato il mio miglior tennis, tre anni fa qui giocai una delle settimane più belle, ma mi sono sentito via meglio: è stato bello”. “E’ stato davvero dura oggi, Murray ha avuto le chance, servendo bene, di forzare – ha aggiunto il tennista romano -. Sono rimasto lì, complimenti ad Andy per il torneo, non è il modo migliore di finire, era chiaro alla fine che era infortunato e mi dispiace molto. Per me è stato un onore giocare con lui”. – foto agenziafotogramma.it – (ITALPRESS). fsc/gm/red 12-Giu-22 18:06

Sponsor

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.