martedì, 9 Agosto, 2022
Ambiente

“Patto per la decarbonizzazione” per trasporto aereo più sostenibile

Anche il trasporto aereo si muove verso la transizione ecologica. Con il “Patto per la decarbonizzazione del trasporto aereo”, Aeroporti di Roma, in collaborazione con il Politecnico di Milano, ha fissato gli obiettivi di sostenibilità nel settore. Prossima tappa a luglio, quando il ministero della Transizione ecologica e il Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili presenteranno i i risultati della ricerca “La sostenibilità nel comparto del trasporto aereo”, un settore che da solo produce circa il 2% delle emissioni globali di CO2. Il Patto è composto da un Comitato di Indirizzo al quale stanno aderendo rappresentanti delle istituzioni, delle associazioni di categoria, di grandi aziende italiane e dell’associazionismo per la sostenibilità. Considerando che il settore aeronautico è un elemento centrale per lo sviluppo economico e sociale a livello mondiale, del quale non si può fare a meno, come chiaramente evidenziato durante il periodo pandemico, c’è la chiara esigenza di definire un percorso che renda compatibile lo sviluppo della connettività a livello planetario e la tutela dell’ambiente.

L’Osservatorio quindi raccoglierà e diffonderà conoscenza scientifica mettendo a sistema risorse e competenze di diversi settori e realtà accademiche italiane che sono parte attiva del processo di decarbonizzazione, con l’obiettivo di fornire risposte concrete a una serie di domande che il settore si deve porre e a cui è necessario replicare nel modo più rigoroso possibile, come ad esempio definire il contesto metodologico nell’ambito del quale perseguire obiettivi “science-based”, individuare i termini temporali per implementare le soluzioni individuate, delineare gli interventi necessari per garantirne la praticabilità operativa, tecnologica ed economica all’interno di precisi framework normativi europei e nazionali.   “L’ENAC ha fra i suoi mandati istituzionali – ha dichiarato il presidente dell’ENAC Avvocato dello Stato, Pierluigi Di Palma – anche l’attenzione alla tutela ambientale. Tutto il sistema aeronautico è vitale per lo sviluppo e dunque una sua regolamentazione in termini di sostenibilità è necessaria e improcrastinabile per contribuire alla riconciliazione tra trasporto aereo e ambiente.

La decarbonizzazione del trasporto aereo, promossa da Aeroporti di Roma grazie al supporto del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili e con la partecipazione dell’ENAC, deve vedere tutti gli attori del comparto convintamente impegnati a perseguire le soluzioni migliori e più innovative a tutela delle esigenze dei cittadini, garantendo, appunto, una crescita sostenibile del settore nel rispetto degli impegni internazionali assunti dall’Italia”.   “La decarbonizzazione del trasporto aereo – ha sottolineato Marco Troncone, amministratore delegato di Aeroporti di Roma – è una sfida chiave rispetto alla quale il settore può e deve farsi trovare pronto. Tuttavia, la complessità del percorso, caratterizzato anche da soluzioni tecnologiche ancora immature o da costi oggi proibitivi, richiede un’attenta riflessione. È quindi necessaria una fase di analisi, che poggi su solide basi tecniche, che traduca auspici in piani di azione concreti con tappe sfidanti ma realistiche, che garantisca coerenza dei target con quanto la scienza ci indica come necessario e realmente fattibile, ed infine che definisca la necessaria cornice di policies che supporti la transizione”.

A tal fine – ha aggiunto – il Patto per la Decarbonizzazione del Trasporto Aereo è un’iniziativa aperta che si propone di coinvolgere tutti gli attori di riferimento per definire una roadmap condivisa”. “Nei prossimi anni – ha sottolineato Alfredo Altavilla, presidente esecutivo di Ita Airways – il nostro settore sarà impegnato nella realizzazione di una ambiziosa trasformazione tecnologica e culturale, con l’obiettivo di raggiungere i più elevati livelli di sostenibilità e decarbonizzazione. Siamo quindi lieti di far parte di questa importante iniziativa e poter contribuire alla definizione di azioni innovative che permetteranno al trasporto aereo italiano di cogliere gli obiettivi di riduzione delle proprie emissioni, preservando la competitività dell’industria. ITA Airways ha già avviato il percorso verso un futuro più sostenibile attraverso il rinnovo della propria flotta, con il progressivo ingresso di aeromobili moderni ed environment-friendly, dotati di tecnologie all’avanguardia, che consentiranno di ridurre, nell’arco di piano 2022-2026, le emissioni di CO2 di 750 mila tonnellate”.

Sponsor

Articoli correlati

Giustizia ambientale e giustizia sociale binomio indissolubile

Paola Balducci

Marevivo: “Il rinvio della Plastic Tax al 2023 ci sconforta”

Cristina Calzecchi Onesti

Stellantis, arrivano i nuovi Fiat Professional Scudo e Ulysse

Paolo Fruncillo

Lascia un commento