mercoledì, 8 Dicembre, 2021
Energia

Energia. Coldiretti: bio metano, produrre 6.5 miliardi di metri cubi, gas verde a costi bassi

Lo slogan è intrigante: “Dalla stalla alla strada”, si tratta del biometano agricolo Made in Italy. Una produzione alternativa per sviluppare le energie rinnovabili e, secondo la Coldiretti, servirà a “concorrere concretamente a contrastare il cambiamento climatico”.

Gas Verde

La Confederazione ha un obiettivo immettere nella rete di distribuzione nazionale 6,5 miliardi di metri cubi di gas “verde” da qui al 2030. Per la Coldiretti è una risposta, inoltre, all’aumento dei prezzi di gas, metano e gpl ma anche di benzina e diesel.

“Partendo dall’utilizzo degli scarti delle coltivazioni e degli allevamenti”, spiegano gli artefici del progetto, “è possibile arrivare alla realizzazione di impianti per la distribuzione del biometano a livello nazionale per alimentare le flotte del trasporto pubblico come autobus, camion e navi oltre alle stesse auto dei cittadini”.

Ridurre sprechi e costi

In questo modo per la Coldiretti si apre uno scenario nuovo, energia a buon mercato e possibilità di creare nuovi posti di lavoro “sarà possibile generare un ciclo virtuoso di gestione delle risorse, taglio degli sprechi”, sottolinea l’associazione, “puntare alla riduzione delle emissioni inquinanti, creazione di nuovi posti di lavoro e sviluppo della ricerca scientifica in materia di carburanti green”.

Aumentate la produzione

Gli impianti di biogas in Italia oggi producono 1,7 miliardi di metri cubi di biometano ma è possibile arrivare entro il 2030 a 6,5 miliardi con la trasformazione del 65% dei reflui degli allevamenti. “L’aumento della spesa energetica e ha un doppio effetto negativo perché”, prevede la Coldiretti, “riduce il potere di acquisto dei cittadini e delle famiglie, ma aumenta anche i costi delle imprese”.

Agli aumenti in bolletta si aggiungono quelli dei prezzi dei carburanti, dalla benzina al gasolio che rischiano di scatenare una tempesta perfetta per le tasche degli italiani. “In un Paese dove l’85% delle merci viaggia su strada e i costi della logistica arrivano ad incidere fino dal 30 al 35% su prodotti freschi per frutta e verdura”, secondo l’analisi della Coldiretti ora servono interventi strutturali per dotare il Paese di una riserva energetica sostenibile puntando sulla filiera del biometano. Settore, conclude la Confederazione, nel quale l’agricoltura italiana è all’avanguardia.

Sponsor

Articoli correlati

Bar e ristoranti, effetto domino sulla spesa alimentare. L’intera filiera del Made in Italy è ora a rischio

Angelica Bianco

A maggio in calo la produzione industriale

Giulia Catone

Turismo: Coldiretti, a giugno 10 milioni di turisti in meno in Italia

Redazione

Lascia un commento