martedì, 26 Ottobre, 2021
Ambiente

Transizione: AaRavenna torna OMC-Med Energy Conference

“OMC-Med Energy Conference dal 28 al 30 settembre a Ravenna sarà il primo, importante appuntamento “in presenza”, durante il quale tutti gli attori del settore energetico potranno confrontarsi e portare a sintesi il dibattito che si sta svolgendo sulla transizione verso un futuro low carbon e crescita sostenibile”. Lo ha detto Monica Spada, presidente di OMC2021, durante la conferenza stampa per presentare l’evento giunto quest’anno alla sua XV edizione che pone al centro dell’attenzione il tema della transizione ecologica con un approccio olistico e inclusivo di tutte le forme di energia, le priorità da affrontare e le modalità di cooperazione. Un aggregatore di attori principali del mondo energetico a livello europeo e mediterraneo, sfruttando il posizionamento in Italia e la sua storia di autorevolezza. “Abbiamo voluto dare un titolo emblematico “Rethinking Energy together: alliances for a sustainable energy future” dove le parole chiave son il ripensamento, del settore affinchè concili resilienza e sostenibilità per un futuro in crescita e le alleanze perché l’obiettivo è integrare le competenze di tutti per rispondere alla sfida post pandemica e della transizione energetica. Tutto questo intendiamo farlo in un bacino che storicamente è al centro del confronto energetico, il Mediterraneo, dove il gap tra Nord e Sud può diventare una leva di sviluppo per ridisegnare gli equilibri dell’intera regione”, ha aggiunto Spada. Tra le novità introdotte quest’anno c’è la denominazione dell’evento, diventata OMC-Med Energy Conference per ribadire, l’attenzione verso i temi dell’energia a 360 gradi, allargando il perimetro della manifestazione a tutti i settori dell’industry. La manifestazione vuole diventare il centro di dibattito trasversale sull’energia nel Mediterraneo, richiamando istituzioni, aziende, la comunità scientifica e degli investitori nonché coinvolgendo i giovani, le startup e centri di ricerca per creare insieme percorsi condivisi di sviluppo che portino agli obiettivi climatici e di crescita futura. “C’è un legame tra questo evento internazionale e quella ‘m’ di mediterraneo che Ravenna sente molto in quanto capitale di questo mare. Ravenna che rappresenta un punto di riferimento per l’innovazione nel settore energetico, vuole essere protagonista del futuro e dei traffici dell’energia in questo mare. Ecco perché per noi OMC significa collocarla al posto che merita, al centro del mediterraneo e del dibattito planetario su quanto vi accade”, ha commentato Michele de Pascale, sindaco di Ravenna che ospiterà la manifestazione. I temi discussi quest’anno nei panel tecnici si concentrano su 4 aree di interesse: economia circolare, carbon neutrality, operational excellence, innovazioni tecnologiche. Altra novità dell’edizione 2021 è l’inserimento di una sessione speciale, chiamata “innovation room”, rivolta ai giovani e agli studenti delle università e scuole per attrarli verso il mondo dell’energia e renderli protagonisti del percorso di transizione verso il futuro.

Sponsor

Articoli correlati

Lettera di intenti tra Snam e Hera per sviluppo dell’idrogeno e decarbonizzazione

Redazione

Snam con il Padiglione Italia a Expo 2020 Dubai

Redazione

Accordo Edison e Michelin Italiana per l’efficientamento energetico

Ettore Di Bartolomeo

Lascia un commento