martedì, 26 Ottobre, 2021
Energia

Si rinnova la collaborazione tra Guardia di Finanza e Gse

Il comandante generale della Guardia di Finanza, generale Giuseppe Zafarana e l’amministratore unico del Gestore dei Servizi Energetici – Gse, Andrea Ripa di Meana, hanno siglato un protocollo d’intesa volto a rinnovare la pluriennale collaborazione avviata nell’ottobre 2014 e già riconfermata nel 2018. Il memorandum potenzia le sinergie nel contrasto agli illeciti legati agli incentivi nei settori chiave della transizione energetica, in particolare in quello delle energie rinnovabili, dell’efficienza energetica e della riduzione delle emissioni di CO2. Il Nucleo speciale Spesa pubblica e repressione frodi comunitarie, chiamato ad approfondire direttamente i contesti segnalati dal Gestore dei Servizi Energetici o a interessare i reparti operativi competenti, potrà dare corso ad ulteriori iniziative progettuali volte alla repressione dei sistemi di frode più rilevanti. L’intesa prevede, tra l’altro, la possibilità di organizzare corsi di formazione e aggiornamento professionale a tutto il personale di entrambe le realtà. L’accordo rappresenta un importante strumento di rafforzamento della legalità a tutela dello sviluppo sostenibile e della corretta erogazione delle risorse destinate alla transizione ecologica, confermando il ruolo della Guardia di Finanza quale forza di polizia economico finanziaria a competenza generale.

Sponsor

Articoli correlati

Eni, passo avanti per il progetto HyNet North West nel Regno Unito

Redazione

In Brasile l’energia fotovoltaica riparte da aziende agricole e spazi rurali

Redazione

Gentiloni: per la transizione, gas e rinnovabili. Nucleare? Problematico

Cristina Calzecchi Onesti

Lascia un commento