domenica, 26 Settembre, 2021
Società

Al via la prima edizione dell’Hackathon Event, We Build Experience

Un evento on line, al quale partecipano otto aziende del settore Food e Hospitality che si confronteranno su una sfida di mercato, organizzato da WeStart, incubatore e acceleratore territoriale. La manifestazione, on line su Zoom, è partita oggi e si chiuderà domani pomeriggio con la premiazione dei migliori casi: otto giudici selezionati, valuteranno e premieranno le idee più innovative per il settore turistico ed enogastronomico della Sicilia, proposte dai partecipanti. Aziende piccole a conduzione familiare e spesso in luoghi geografici marginali rispetto alle grandi direttive di comunicazione, molto spesso guidate da giovani generazioni, che si confrontano con le difficoltà attuali del Covid e che provano a trovare soluzioni innovative anche con la consulenza degli esperti a disposizione nel corso delle due giornate.

C’è la sfida di Alia Avventura che è quella di creare un franchising della propria attività; Molini Riggi che vuole lanciare il primo amaro prodotto dal frumento e, in particolare da grani siciliani con una ricettazione fondata su prodotti dell’Isola. Quella di Fontana Murata per creare un luogo polifunzionale in centro storico a Palermo che permetta di conoscere, assaggiare e fare esperienza dei prodotti genuini dell’azienda agricola. La sfida dell’azienda Naselli di sviluppare un marchio proprietario 100% Sicilia attraverso la creazione di una nuova linea di prodotti da recapitare direttamente al consumatore finale. La sfida della Latteria Guanà di sviluppare un nuovo segmento di clientela, alternativo a quello ad oggi principale costituito da ristoranti e pizzerie, per i prodotti dell’azienda quali mozzarella e altri formaggi bovini e ovini.

L’azienda Misita che vuole implementare i canali di vendita dell’azienda, avendo cura di includere la presenza online dei prodotti di punta come l’olio extravergine e l’ospitalità presso la propria struttura. Infine la sfida del caseificio Passalacqua per individuare modi per diversificare il business dell’azienda partendo dalla realizzazione di un nuovo sito produttivo su cui l’azienda intende investire. Ed infine la sfida del Comune di Ficarazzi che vuole sviluppare piccole aziende del territorio e in particolare panificatori e pasticcerie attraverso uno dei prodotti di punta come lo Sfincione di Ficarazzi, diverso nella composizione sia da quello di Bagheria sia da quello palermitano.

“L’hackathon – afferma il Founder di WeStart, Manfredi Mercandante – rappresenta quello che una big four può dare in termini di consulenza strategica per le aziende e le pubbliche amministrazioni che hanno bisogno di un supporto e accelerazione in questo periodo pandemico. Vogliamo preparare l’ecosistema di professionisti Siciliani e fuori dalla Sicilia, che insieme e non singolarmente creeranno ricchezza su tutta l’isola”.

Sponsor

Articoli correlati

Agroalimentare: da McDonald’s le spremute di arancia rossa siciliana

Redazione

Vinitaly, 13 cantine siciliane incontrano più di 300 operatori e buyer

Giulia Catone

Imprese agricole a disposizione per attività di vaccinazione

Redazione

Lascia un commento